Enolombardia

Una nuova docg e due igt per il buon territorio lombardo

È fresca di nomina. È la più piccola d'Italia. Ed è tutta lombarda. Si tratta della nuova docg Moscato di Scanzo, un nettare bergamasco che nasce fra le colline del comune di Scanzorosciate. Un vino rosso rubino, dai profumi di frutti di bosco e marasca, figlio del lento appassimento delle uve sui graticci. Un nettare prezioso e da meditazione, che va a creare così la quinta docg di Lombardia, dopo Franciacorta, Oltrepò Pavese, Valtellina Superiore e Sforzato.

Ma non finisce qui. Al Vinitaly di Verona (dal 2 al 6 aprile), oltreché il Moscato di Scanzo, la bella regione lombarda presenta pure le due novelle igt: Terre Lariane e Ronchi Varesini, volte  a valorizzare rispettivamenti i vini delle provincie di Como e Lecco nonché quelli della provincia di Varese.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati

Correlati:

www.consorziomoscatodiscanzo.it
www.vinitaly.com