Curiosità

Da blog a telefilm

Si chiama "Secret diary of a call girl", arriva dall'Inghilterra ed è very very hot

"Secret Diary of a Call Girl: The show (starring Billie Piper), based on the book, based on the blog, based on the life". Queste le parole della blogger Belle de Jour nel suo diario online. E come ci spiega Leopoldo Damerini, uno dei direttori artistici del TF Festival, "il sesso è ormai uno dei temi più diffusi di questo genere, ma attenzione, qui si parla di sesso come indagine psicologica, si mette a nudo l'anima, più che il corpo". Sì, perchè Secret Diary of a Call Girl, presentato in anteprima al Telefilm Festival 2008, è un telefilm, che nasce da un libro, in origine un blog, forse specchio di un racconto di vita reale.

TUTTO NASCE DAL BLOG - Nell'episodio pilot, Belle esordisce dicendo "amo Londra, siamo così tanti e tu puoi essere chiunque tu voglia". Perchè questa dichiarazione? Ebbene, Belle de Jour (ribattezzatasi con l'omonimo film erotico del '67 di Luis Buñuel) è una call girl, ovvero una squillo, ma di alto borgo, che fa questo mestiere perchè ama il sesso e i soldi, e non per tragici o traumatici trascorsi come tiene a precisare.

SESSO, E TANTO - Scene esplicite, con molto poco lasciato ad intendere, fellatio inclusa, o scene di sesso non solo in due e non solo etero, in un misto tra erotico e comico, sviluppano la storia di Belle (interpretata da una brava Billie Piper) che racconta la sua vita con lo sguardo rivolto alla camera, facendo diventare lo spettatore la pagina del suo diario, il custode dei suoi segreti. Ecco, se Sex and the City o L Word vi hanno "shockati", sappiate che qui c'è molto di più.

IN TV - Ancora alla prima serie, con 8 episodi, Secret diary of a Call Girl è stato trasmesso in Inghilterra da ITv nel 2007. Online è già possibile acquistare il primo cofanetto, al momento disponibile solo in lingua orginale. Per quanto riguarda il mercato italiano, SDCG non è ancora stato acquistato da nessun canale, ma nell'eventualità è molto probabile che sarà visibile su digitale terrestre.

IN LIBRERIA - La versione cartacea in lingua orginale è adesso pubblicata dalla Grand Central Publishing (tornerà ad essere disponibile dal 18 giugno, 13,99 Dollari). L'edizione italiana Diario intimo di una squillo perbene è della Sonzogno (15 Euro, 318 pgg). Per voi un assaggio dal primo capitolo: La prima cosa che dovete sapere è che sono una puttana. Non in senso colloquiale. Non uso la parola come sinonimo di un lavoro d'ufficio, o di un faticoso incarico nei nuovi media. Molte mie amiche vi diranno che svolgere un lavoro temporaneo per un anno, o finire nel settore vendite, equivale a prostituirsi. Non è vero. Lo so, perché ho fatto la precaria, ma ho anche scopato per soldi, e le due cose non hanno nulla in comune. Non sono nemmeno sullo stesso pianeta.

IL CASO ITALIANO - E' giusto precisare che anche in Italia abbiamo avuto qualche caso simile, ovvero un blog in cui si parla di sesso che diventa poi un libro. E' Pornoromantica di Carolina Cutolo (13 Euro, 176 pgg, Fazi Editore, 2007), nato da una costola del suo blog aperto nel 2003 (pornoromantica.splinder.com/).
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati