Cartoomics 2005

Molti i visitatori alla XII edizione del Salone dei Fumetti, dei Cartoons, del Collezionismo e dei Videogiochi

Oramai è diventato un appuntamento immancabile per gli amanti delle nuvole parlanti. Chi di noi, se nascesse una seconda volta, non vorrebbe essere un personaggio dei fumetti disegnato magari dalla delicata matita di Galeppini o dal graffiante tratto di Magnus?
Ieri alla Fiera di Milano si è concluso Cartoomics 2005, XII edizione del Salone del Fumetto, dei Cartoons, del Collezionismo e dei Videogiochi. L’evento, organizzato da Delitrade, ha regalato a grandi e piccini una tre giorni interamente dedicata al mondo del fumetto e non solo. Oltre agli stand dei principali editori e al grande spazio dedicato al collezionismo, ci sono state mostre tematiche, incontri con autori e disegnatori celebri, dibattiti, giochi di ogni tipo, tornei di giochi da tavolo e vedeogames, proiezioni di novità e tanta multimedialità.

Per gli incontri, non sono mancati quelli con i creatori di testate come Zagor, Dampyr e Brad Barron, nuova mini-serie in uscita a maggio, e Leo Ortolani e Gabriele Dell’Orto.

Al termine della presentazione del nuovo personaggio bonelliano Brad Barron, in edicola dal prossimo 6 maggio, ci siamo fermati a chiacchierare con l'editore Sergio Bonelli, colonna portante del fumetto made in Italy. "Quando esce un nuovo personaggio - ci spiega Bonelli - è sempre una grande emozione. Devo ammettere che sono finiti i tempi delle grandi tirature, ma non per questo ci fermiamo. Io mi occupo di fumetti da mezzo secolo e solo questo può essere il mio mestiere. I lettori di oggi sono più esigenti di quelli di ieri. E noi dobbiamo stare a passo con i tempi". 

Il tema dell’edizione 2005 di Cartoomics è stata La sfida, argomento accattivante che da sempre ha ispirato i disegnatori e gli sceneggiatori di tutti i tempi. Una mostra ci ha accompagnato alla scoperta delle grandi sfide di sempre con personaggi come Diabolik e l’Ispettore Ginko; i calciatori Holly e Benji; i supereroi Superman  e Uomo Ragno, e tanti altri.

La grande attesa è stata per la mostra dedicata al matrimonio creativo tra musica jazz e comics con le tavole del videoclip a fumetti Hotel Habanera (disegnato da Cinzia Leone su musiche di Paolo Conte e testi di Vincenzo Mollica) e della biografia a fumetti della mitica Billie Holiday disegnata da José Muñoz.
Durante la manifestazione, sono stati festeggiati gli ottanta anni di Il Giornalino, storico giornale per ragazzi fondato da don Giacomo Alberione ed edito dai Periodici San Paolo. Hanno lasciato il loro segno prestigiose firme come Franco Caprioli, Dino Battaglia, Lino Landolfi, Benito Jacovitti, Sergio Toppi e Attilio Micheluzzi.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati