Carcano stagione 2004/2005

Prima della chiusura estiva ecco i titoli della prossima stagione

Una breve anticipazione. Sono 14 i titoli in cartellone per la stagione 2004/2005 del Teatro Carcano, presentato oggi 31 maggio dal commosso e incredulo Giulio Bosetti, attore, direttore artistico e da poco proprietario, con altri soci, delle mura di questo pezzo di storia che compie 200 anni. Incredulo per quanto è avvenuto a Milano riguardo le sorti del teatro che rischiava di diventare un supermercato o, peggio, un parcheggio se non lo avessero acquistato -non senza sacrifici e grazie all'aiuto della Banca Popolare di Milano; "I creditori ci corrono dietro" -ha scherzato- "e ora abbiamo un impegno in più, quello di tenere in vita questo teatro, oltre che dirigelo artisticamente". Commosso perchè la solidarietà dei milanesi si è fatta sentire con assegni e contributi.

"Il teatro è la forma artistica più importante che ci sia, non dobbiamo lasciare che scompaia a causa della televisione. A teatro si sente il respiro degli interpreti e gli interpreti sentono il respiro del pubblico. E' davvero eccezionale" -continua Bosetti- "il Carcano, poi, ha davvero una storia centenaria, i più grandi nomi sono passati da questo palcoscenico". 

Nel cartellone 2004/2005 titoli famosi che non hanno neanche bisogno di presentazione: per l'appuntamento con la danza Don Chisciotte con Andè De La Roche; per la 5° stagione consecutiva Il Piccolo Principe per festeggiare il 60° anniversario della morte di Saint-Exupéry -per l'occasione il regista Italo dall'Orto presenterà, in una stessa serata, anche Volo di notte, altra opera di Saint-Exupéry che verrà rappresentata in forma di monologo; Così è se vi pare di Pirandello, realizzato dal Teatro stesso con Giulio Bosetti come attore e regista; Schiaccianoci direttamente dal Teatro di Mosca; La vedova Allegra con la regia di Corrado Abbati.

Altri nomi altrettanto famosi e degni di attenzione: Moni Ovada con Konarmija (L'Armata a cavallo); Il ritratto di Dorian Grey con Michel Altieri (premio europeo come miglior attore in musica, cresciuto sotto la guida di Narcisa Bonati del Piccolo di Milano, Tato Russo e Luciano Pavarotti) nel ruolo di Dorian Grey; Pigmaglione (My fair lady) di George Bernard Shaw; Johan Padan a la descoverta de le Americhe, scritto e diretto da Dario Fo; Memoires e Le baruffe chiozzotte da Carlo Goldoni; La brocca rotta con la regia di Cesare Lievi; Terra di latte e miele di Manuela Dviri, in scena la scorsa stagione al Teatro Filodrammatici; Il ponte di San Luis Rey del fantasista e inventore di teatro Paolo Poli, tratto dal romanzo di Thornton Wilder.

Per gli abbonamenti ecco i dettagli.

- L'abbonamento a posto fisso comprende:
8 spettacoli (Così è se vi pare; La brocca rotta; Pigmaglione; Il ponte di San Luis Rey; L'armata a cavallo; Il ritratto di Dorian Gray; Le baruffe chiozzotte; Memoires).
Poltronissima: Intero euro 168; ridotto gruppi, Cral, biblioteche e over 60 residenti fuori Milano euro 144; ridotto over 60 residenti a Milano, studenti e insegnanti euro 104.
Balconata: Intero euro128; ridotto gruppi, Cral, biblioteche e over 60 residenti fuori Milano euro 112; ridotto over 60 residenti a Milano, studenti e insegnanti euro 92.

- Abbonamento a posto libero a 6 spettacoli a scelta fra i 14 titoli in cartellone.
Poltronissima: Intero euro 138; ridotto gruppi, Cral, biblioteche e over 60 residenti fuori Milano euro 114; ridotto over 60 residenti a Milano euro 75.

- Abbonamento a posto libero a 5spettacoli a scelta fra i 14 titoli in cartellone riservato a studenti e insegnanti.
Poltronissima: euro 55.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati