900 passi in Sicilia

Il patrimonio culturale e artistico della Sicilia si ferma a Milano

900 passi in Sicilia può sembrare al quanto strano se la città prescelta è Milano. Dalla punta al capo dello stivale per presentare un evento che vuole accostarci ai grandi del passato, spiluccando tra la gastronomia letteraria siciliana. La città di Milano diventa dal 23 al 29 maggio l’epicentro di questo originale evento dove si incontrano la letteratura, il cinema, il caffè letterario e l’eno-gastronomia siciliana.

Le location della manifestazione sono varie. In prima linea c’è la Libreria Feltrinelli di Piazza Piemonte (24 e 27 maggio, ore 18.00) con un ciclo di conferenze e seminari, a cui intervengono diversi scrittori: Roberto Alajmo, Santo Piazzese e Gaetano Savatteri, accompagnati da Giuseppe di Piazza e Luca Crovi. Il tutto sarà condito da morbide atmosfere musicali della terra sicula con gruppi come i Dounia e i Lautari.

La magia del cinema ci permetterà di oltrepassare il grande schermo per ritrovare le tracce del rapporto tra la settima arte e la letteratura. Alle proiezioni interverranno siciliani del mondo dell’arte come  l’attore Lando Buzzanca (25 maggio, ore 21.15) e un ensemble di musicisti che accompagna una serie di documentari degli anni quaranta (26 maggio, ore 21.30).

Lo spazio Oberdan ospiterà tutte le proiezioni. Il programma è davvero fitto e noi ve ne segnaliamo alcune: dal grande atto di denuncia "A ciascuno il suo" di Elio Petri  (25 maggio, ore 19.00) al sacrificio di un innocente di "I cento passi" di Marco Tullio Giordana (27 maggio, ore 17.00), dall’elegia di un viale del tramonto di "Il Gattopardo" di Luchino Visconti (27 maggio, ore 21.15) al graffiante ritratto di un meridionalismo soffocante di "Sedotta e abbandonata" di Pietro Germi (29 maggio, ore 21.30).

Al Caffè Letterario di via Solferino ci sarà la gradita presenza della scrittrice Renata Pucci di Benisichi che converserà con Pietro Calabrese e Domenico Seminerio, autori della Casa Editrice Sellerio (24 e 27 maggio, ore 18.00).

Infine, non potevano mancare le specialità culinarie, di cui la Sicilia è davvero ricca. Alcuni locali prepareranno un menu speciale ispirato alla letteratura del novecento. Da I Gemelli Lampedusa in via Laghetto si potrà assaggiare una cucina dal sapore “gattopardiano”, al ristorante Pirandello di via Gian Galeazzo le pietanze servite evocheranno il mondo dell’autore del Fu Mattia Pascal e di Verga mentre al Trinacria di via Savona si potranno assaggiare le ricette preferite dal commissario Montalbano. 

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati