Cultura

Vicini alle Stelle

Divi e divine che conversano con l'osservatore

Come immergersi in quei bellissimi film, fatti di lunghi silenzi e di sguardi alla Marlon Brando, fatti di dolci sorrisi e ammiccamenti sensuali alla Marilyn Monroe, fatti di sensibile goliardia alla Marcello Mastroianni, fatti di coraggio muliebre alla Sofia Loren, fatti di dive tra piume e paillettes alla Gina Lollobrigida.

Sono oltre trecento le foto che Vicini alle Stelle ospita alla Fondazione Antonio Mazzotta e che celebrano icone e protagonisti del cinema degli anni Cinquanta (Sam Shaw), Sessanta (Tazio Secchiaroli), Settanta (Chiara Samugheo). Il percorso espositivo mette in rilievo diversità, analogie e peculiarità proprie dell'occhio fotografico di ciascun artista.

Il tenebroso Marlon e la tenera Marilyn dallo sfortunato destino, in tutta la loro giovanil bellezza, ci guardano attirandoci dentro gli scatti, stampe originali di quegli anni, dal film che visto da vicino pare quasi un dipinto impressionista. Morbide fotografie e immagini più patinate, precorritrici delle pagine di moda dei nostri giorni.

E come non sognare d'aver potuto conoscere anche solo per un istante Marilyn, Marlon o Marcello? Qui le loro figure conversano tra loro e con l'osservatore. Se vi avvicinate bene, sentirete quel che hanno da dirvi...

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati
  • ARGOMENTI