Tradizione o Tradimenti?

Parte la nuova stagione dei Filodrammatici. Tra contaminazioni, classici e nuove proposte

News - Cultura

Per stare sulla scena o dietro le quinte bisogna davvero essere matti o incauti. E L'Accademia dei Filodrammatici e il progetto eThica? lo sono davvero. Da quest'anno la storica scuola riprende la gestione del teatro in collaborazione con la giovane squadra di eThica, entrambi simbolo di Tradizione E Tradimenti, tema del cartellone. Il teatro non deve essere nè un pezzetto di terreno immobiliare nè uno spazio chiavi in mano per un estraneo. Vorremmo che fosse un luogo condiviso con la città - afferma il vicepresidente dell'Accademia Carlo Marietti Andreani.

E la proposta artistica è il frutto di queste dichiarazioni. Sotto i riflettori i classici della letteratura dal Processo di K, libero adattamento dal Processo di Franz Kafka a Checoviana, un lavoro d'ensemble sui racconti di Anthòn Checòv, da adattamenti di opere di Oscar Wilde come Il Caso di Dorian Gray a un'indagine sulla figura di Virginia Wolf in Frammenti di Me. Non mancano atti nuovi di drammaturgia con Bruno Fornasari e il suo Suggeritore e Antonio Tarantino con Cara Medea, solo per citarne alcuni; volti giovani con i Somari di Francesca Cavallo e Effetto Lucifero di Dario Merlini. Ma le sorprese non finiscono qui. Torna dopo tanti anni in Italia l'attore visuale Paolo Nani, colui che senza le parole riesce a regalare momenti surreali e indimenticabili.    

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati