Settimana della Cultura 2009

Gran tour culturale a Milano e Lombardia. Perché Palazzi e mostre aprono. Non entrare sarebbe peccato

Quella tra il 18 il 26 aprile, è stata nominata dal BiMAC (il Ministero per i Beni Culturali e le Attività Culturali) Settimana della Cultura, un'iniziativa che si rinnova da 30 anni, ma che solo da 11 ha assunto questa definizione ufficiale. L'idea è promuovere il patrimonio culturale italiano con eventi speciali e l'apertura gratuita di tutti i luoghi statali di interesse. Sette giorni di accesso a luoghi altrimenti chiusi, di mostre, visite guidate e incontri che coinvolgono tutto il Belpaese. Lo slogan dell'edizione 2009 suona un po' qualunquista (La cultura è di tutti: partecipa anche tu), mentre il manifesto che la pubblicizza è un omaggio alla Lombardia, a Mantova nello specifico, poiché riporta un particolare della Camera degli Sposi del Mantegna di Palazzo Ducale.

MANTOVA E PAVIA - Gli appuntamenti in calendario per la regione Lombardia sono davvero molti, a cominciare proprio da Palazzo Ducale: l'appartamento di Isabella D'Este e il Viridarium verranno infatti aperti eccezionalmente. Per la prima volta si potranno vedere questi ambienti restaurati e ricomposti (infoline 0376 352100). Sempre a Mantova, ma nei giardini di Palazzo Te, ecco un'esibizione di falchi e falconieri, in una cornice gonzaghesca che ospiterà attori in costume, per rendere l'atmosfera più simile possibile all'età rinascimentale (infoline 0376 365886). A Pavia, l'appuntamento non poteva che passare dalla celebre Certosa: le visite guidate gratuite si possono prenotare allo 0382 539638.

TEATRI APERTI E TRAVERSATE- A Milano, anche i teatri partecipano all'iniziativa del BiMAC, con spettacoli free
come al Teatro Carcano, allo StrehlerTeatro dell'ElfoLitta. Quest'ultimo propone Il Gabbiano di Cechov (prenotazione allo 02 86454545). Se a interessare è il palcoscenico in sé, ecco le visite speciali al Piccolo Teatro di Milano (prenotarsi allo 02 72333270). Cultura meno accademica e più territoriale è quella suggerita dagli Amici del Naviglio con una visita guidata lungo i corsi d'acqua, alla scoperta del restauro delle conche del Naviglio di Pavia (Conchetta e Conca Fallata), per osservare il recupero del salto d'acqua per la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile, grazie ad una turbina idroelettrica (infoline 02 48018230). Un tuffo nella storia, nella Milano romana precisamente, con le visite libere all'Antiquarium Alda Levi ed al Parco dell'Anfiteatro Romano(02 8526233).

ARCHIVI DI IERI E DI OGGI - Topi di biblioteca di ieri e di oggi si sollezzeranno con i percorsi accompagnati da guide nei locali di due istituzioni milanesi: la Biblioteca Nazionale Braidense e la Mediateca di Santa Teresa. Storia, fondi, curiosità non saranno più un segreto della Braidense (infoline 02 86460907), come pure i servizi, i contenuti multimediali e specialmente quelli dell’archivio RAI saranno descritti a tutti coloro che visiteranno la Mediateca di via della Moscova (telefonare allo 02 8739781). Tra le attività più "tradizionali", la visita guidata gratuita al Museo Poldi Pezzoli (02 796334), lungo un itinerario tra i ritratti presenti nelle sue sale, su tutti quello di giovane donna realizzato dal Pollaiolo. Visita guidata anche alla Casa Museo Boschi Di Stefano (02 8526233). Infine, apertura straordinaria per Palazzo Litta, con visite guidate animate da attori del Teatro Litta (02 86454545).

L'elenco completo delle proposte di Milano, ma anche Bergamo, Brescia, Como, Lecco, Sondrio, Cremona, Mantova, Pavia si può consultare sul sito del BiMAC.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati