Le stanze del tempo

Reframe... La fotografia gioca con il soggetto, forse un soggetto non esiste nemmeno

Ti accoglie una mano, indica il percorso, ti esorta ad entrare. La fotografia di Radino è sfocata, gioca con il soggetto, forse un soggetto non esiste nemmeno. E' un insieme di sensazioni trasposte sulla carta attraverso la macchina fotografica.

STESSO TEMPO - La Galleria Fotografia Italiana è divisa in tre ambienti, a cui appartengono tre diverse sezioni. Nell'antro principale stazionano i giochi contrastivi di Stesso Tempo, fotografie eseguite all'Istituo Suor Orsola Benincasa di Napoli. Sono apparizioni che colpiscono l'occhio, uguali ma profondamente diverse; in ognuna delle sette opere ci sono due elementi che lottano per la supremazia.

METONIMIE - Scivolando a sinistra si accede alla sezione Metonimie. La particolarità che colpisce è la gabbia d'ombra presente nelle tre opere, dietro cui puoi scorgere creature fragili, come le farfalle spillate di Metonimie #03, e creature devote come le donne in Metonimie #02.

RE-VISIONI - Anche nelle sue Re-Visioni dal caos apparente riesce sempre ad emergere una figura, un dettaglio limpido. Radino nelle sue opere cerca di riflettere sulle diverse possibilità della visione e su i diversi significati che un'immagine può assumere. Una riflessione che si apre alla dimensione spaziale e temporale e rende l'ambiguità interpretativa un punto di forza della sua fotografia.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati