In nome del Friulano

Una monografia golosa per salutare il Tocai e dare il benvenuto al Friulano

Piccolo. Tascabile. Ma ricchissimo di informazioni e spunti. Così si presenta Un Friulano da amare, il quarto volumetto della collana "Monografie golose", edito da Friuli Venezia Giulia Via dei sapori, consorzio che riunisce venti tra i migliori ristoranti della regione (e non dimentica vignaioli d'eccellenza e artigiani del gusto). Un libello un po' alla Candid, fatto salvo lo spirito più ottimista che pervade le pagine, scritte dall'autore Walter Filiputti (con prefazione di un friulano doc come Bruno Pizzul). Un libretto che racconta la storia tormentata di un vino, il Tocai, protagonista di una lunga querelle che lo ha voluto ribattezzare Friulano. Ma anche un volumetto capace di mettere i puntini sulle "ì", di far capire e comunicare la nobiltà di un bianco nettare di carattere, adottato da una terra che lo ha fatto suo. E che continua a stimarlo, eleggendolo attore della tavola. Tant'è che nella seconda parte del libro, compaiono venti ricette inedite presentate dagli chef del consorzio e dedicate al grande vino.

Il volume, al prezzo di 5 euro, è in vendita presso le librerie; si trova nei venti ristoranti di Friuli venezia Giulia Via dei sapori; e si può acquistare attraverso il sito http://www.friuliviadeisapori.it/ (per altre info: tel. 0432 538752).
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati

Correlati:

www.friuliviadeisapori.it