Danze dell'Anima, Liberazione del Corpo

L'immortalità dei linguaggi creati da Isadora Duncan e Pina Baush

Ah, se tutti gli occidentali potessero nuovamente imparare a danzare! Attraverso i movimenti del corpo lo Spirito prende forma, liberando quelle energie primordiali torppo spesso trattenute dalle gabbie sociali. I piedi nudi davanti al mondo toccan il suolo lasciando un marchio immortale.

Isadora Duncan e Pina Bausch hanno scardinato i pilastri del balletto classico rivoluzionando i canoni della libera espressività, creando un nuovo linguaggio del corpo. Immagini fotografiche, disegni (tra cui molti di Rodin), sculture in avorio, un'insatallazione di fiori e sedie e qualche costume originale raccontano come le due Muse della danza, furono ispiratrici e guide del superamento del dualismo anima-corpo e abbiano dischiuso nuovi e fecondi orizzonti al teatro ed alla danza. Corpi eloquenti, specchi della vita. Di Iasadora ci si innamora, da Pina si resta avvinti. L'una dionisiaca, l'altra ieratica. Le piccole ninfee, allieve di Isadora, s'incontrano con i "danzattori" di Pina, in uno scambio emotivo che si distacca dalle pareti del Refettorio delle Stelline.

Qualche cenno storico - Nei primi del Novecento, tra gli influssi della psicoanalisi di Freud e delle grandi scoperte scientifiche, dalle viscere dell'essere sgorga un nuovo soggetto consapevole, riflettendosi nella musica, nel gesto, nel movimento e generando un corpo libero ed espressivo che parla il caldo linguaggio delle emozioni. La donna diviene protagonista del cambiamento e di un genuino processo di auto-realizzazione. Linfa vitale è tratta dalla danza a piedi nudi e dalle eteree tuniche indossate.

Isadora Duncan - Divina dea greca sorta dalle acque di San Francisco, diffonde una straordinaria carica utopica, che auspica un'umanità danzante svincolata dalle catene del puritanesimo vittoriano. Individua le tracce della Grecia classica, ispirandosi a Botticelli, Whitman, Rodin, Nietzsche. Nella sua visione, passato e futuro creano un'ammaliante sintesi di purezza, bellezza, armonia, corpo e spirito, su cui si basa un nuovo modus vivendi più consono ai ritmi naturali.

Pina Bausch - Mezzo secolo dopo Isadora, ci confronta con le ferite della quotidianità e delle relazioni. Con un costante work in progress di ricerca e fiduciosa condivisione, riunisce un fedele gruppo di attori/danzatori. I suoi spettacoli di arte totale destrutturano l'idea dominante di danza, mescolando teatro, danza, musica e cinema, unendo componente ludica e drammatica. Esplorando i comportamenti Pina produce un filtro magico, il soffio della vita.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati