Alla scoperta del mondo sperduto di Marc Chagall

Alla Galleria Bellinzona per la dolce e geniale bellezza delle litografie del Mestro russo

Saranno esposte fino al prossimo 15 aprile alla Galleria Bellinzona le splendide litografie di Chagall, appartenenti al periodo dagli anni '50 fino ai primi anni '80, quando i più famosi stampatori ed editori francesi dell'epoca (Mourlot Frères e Maeght Editeur di Parigi) si avvalevano della creatività di artisti come Chagall per arricchire e completare opere letterarie di inestimabile valore. Fra tutte spicca Attraverso lo specchio di Lewis Carrol (Derrière le miroir).

UN FANTASTICO MONDO SPERDUTO - Le litografie, circa un centinaio a colori e in bianco e nero, sono state raccolte con estrema cura e attenzione dal responsabile della galleria, Oreste Bellinzona, il quale, nonostante l'affermarsi di canali per la divulgazione dell'arte sempre più di massa, sempre più orientati all'evento che richiama forme di pubblico sempre più vaste, difende il suo piccolo credo culturale. Entrare nella sua galleria è un po' come affacciarsi su uno spicchio di cortile non battuto dal sole, ma che riserva sorprese di inestimabile valore e di gusto pregiato.

SENSIBILITA' E INTELLIGENZA EMOTIVA - I colori pastello, le sfumature delicate del blu, il tratto leggero di Chagall che contraddistinguono le sue più importanti opere, conducono lo sguardo un po' assente del visitatore contemporaneo verso la riscoperta di un genere d'arte, la litografia, che ormai va scomparendo. Come spiega Oreste Bellinzona "Sono sempre di meno coloro in grado di apprezzare la bellezza di questa forma artistica. E' difficile trovare persone che siano veramente capaci di accostarsi ad uno schizzo, una litografia con sensibilità e intelligenza emotiva per apprezzarne a pieno tutta la bellezza espressiva e l'estrema finezza. Non occorre essere degli intenditori o degli studiosi, basta davvero poco per ricercare il bello e apprezzare il genio creativo di queste opere considerate minori e lontane dai grandi circuiti artistici di massa".

DOLCE, GENIALE BELLEZZA ESPRESSIVA - E così, tra una dissertazione sulla pigrizia che ci accompagna oggi, sulla mancanza di gusto, sull'incapacità critica del nostro tempo e qualche curioso aneddoto di una postina che ai tempi della lira acquistava con parsimonia e attenzione qualche pezzo d'arte per creare in casa la sua collezione privata, il tempo è volato. Come nella più classica delle trame della letteratura infantile, ma non solo, si viene catapultati in un mondo sconosciuto ed affascinante che purtroppo oggi viene lentamente ignorato dai più. La leggerezza della mano di Chagall ci ricorda quanto sia geniale e dolce farsi accompagnare dalle immagini nella lettura di una fiaba o di un racconto. Angeli, giocolieri, coppie di innamorati, musicisti, clown, saltimbanchi e vagabondi popolano il mondo di Chagall che ci regala un affresco fantastico dove personaggi reali spiccano il volo leggeri, dove animali, persone ed elementi naturali convergono verso un uniqum poetico di incommensurabile e rara bellezza visiva. 

Orario Mostra: Da martedì a sabato 16.00 – 19.20, Giovedì fino alle 21.00
Ingresso gratuito

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati