Fuori Salone, un passo avanti soprattutto nella musica

Cala il sipario sulla Design Week. Qualche bilancio è d'obbligo

Il Fuori Salone, e più in generale la Settimana del Design, dovrebbe guardare ad uno stile di vita che va oltre i confini nazionali. Tuttavia gli input creativi provengono sempre più spesso dal mondo musicale. Come nel caso dell’Elita Festival, fratello gemello della manifestazione, che ha riunito artisti dal sound unico e ricercato in una programmazione matura, studiata e non banale.

QUELLO CHE I DJ NON DEACON... - Le esposizioni sonore, proposte sia da Elita che dai brand del Fuori Salone, anche quest’anno hanno miscelato in un'unica pozione artisti mainstream e piccoli eroi della musica indipendente mondiale. E ancora, dj d’assalto e produttori freschi e innovativi. Qualche nome? Reset!, la dance crew tutta italiana che ringiovanisce i suoni anni ’80, o i Battles, super trio americano che al Parenti ha messo in scena uno show psichedelico. Una delle sorprese più belle è stato il set di Dan Deacon, una furia di beat prodotti da una tastiera, suonata come fosse una chitarra. Dan porta nei live una formidabile tangibilità del suono, che riesce a dire qualcosa in più di un disco. I nomi altisonanti di questa settimana frenetica sono stati Mr Techno Carl Craig, e il produttore Paul Kalbrenner, che da qualche mese a questa parte gira il mondo con la lampadina del sold out sempre accesa. A chiudere la corposa settimana, i Motel Connection. Il trio dance torinese di Samuel dei Subsonica ha portato in Zona Tortona l’emozionante Vertical Stage: un innovativo modo di fare musica live, in cui gli artisti emanano vibrazioni da un balcone mentre il pubblico, a testa in su, balla per strada.

BABY, THIS IS DESIGN!
– Introversa ma dinamica, la Milano del Fuori Salone è
un ambizioso sistema di diffusione e informazione che dal mondo del design influenza in maniera capillare le tendenze dei settori dell'architettura e delle arti grafiche. Un ensemble di forme e colori, tutti da toccare, sono le sinuose linee della moda che da Milano, cassa di risonanza, si amplificano nell'intero mondo del fashion style. In Brera, le icone del living in modalità prestige, scrivono il testo di un pezzo di storia di materia e materialità innovative. In Zona Tortona si ammirano giocose componibilità, spazi fluttuanti total white che, dal reale, passano all'immaginifico, snaturando l’essenza della materia e creando nuovi scenari abitativi metafisici.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati