Il lato positivo recensione film

Spudoratamente sinceri

Con "Il lato positivo", Bradley Cooper e Jennifer Lawrence rilanciano ad effetto la commedia romantica

News
Cinema
Jennifer Lawrence e Bradley Cooper, protagonisti de "Il lato positivo"
Robert De Niro interpreta il padre di Pat
lLa locandina del film
La vita non sempre va come immagini. Un giorno hai al fianco il grande amore e sei appagato dal lavoro, il giorno dopo tutto svanisce e in mano ti rimane il nulla. Come succede a Pat (Bradley Cooper) e Tiffany (Jennifer Lawrence), i protagonisti della commedia Il lato positivo. Tratto dal romanzo di Matthew Quick, Silver Linings Playbook (in Italia edito da Salani con titolo L'orlo argenteo delle nuvole), il film è diretto da David Russel, che, dopo The Fighter, torna a emozionare e commuovere esplorando ancora una volta il delicato universo dei rapporti familiari. Legami profondi e imprescindibili, che influiscono, nel bene e nel male, sulla formazione del carattere di ognuno.

PAT E TIFFANY - Ne sa qualcosa Pat, interpretato da un entusiasmante
Bradley Cooper, vittima di un padre assente e superstizioso (uno straordinario Robert De Niro). E anche Tiffany (il Premio Oscar Jennifer Lawrence), giovane vedova e succube di una sorella ossessionata dall'opulenza e dal desiderio di apparire. Grazie ai loro dialoghi al limite della sincerità, i due emarginati stabiliscono una singolare intesa, sbattendo in faccia ai "normali" la forza rivoluzionaria della verità ed esternando senza scrupoli e senza filtri i loro pensieri. 

IL BELLO DELLA FOLLIA - Con le sue battute drammaticamente ironiche, Il lato positivo invita a riflettere sul labile confine tra normalità e pazzia, ricordandoci che non sono due facce della stessa medaglia, ma un continuum. Non una dicotomia, ma uno yin e yang: non c'è pazzo che non abbia un barlume di normalità così come non v'è normale senza sprazzi di pazzia. Da vedere. Soprattutto perché, dopo le discutibili apparizioni in Manuale d'Amore 3 e Capodanno a New York, finalmente Robert De Niro ritorna a farsi notare.

In sala dal 7 marzo.
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati