Le Queer c'est chic

Il Festival del Cinema Gaylesbico e della Queer Culture è arrivato allo Strehler con un bagaglio pieno di film, libri e musica

Nella serata di ieri, con un cocktail d'apertura di rito, ha preso il via la 22ma edizione di Festival Mix, il Festival del Cinema Gaylesbico e Queerculture di Milano. Il primo film proiettato è stato Dream Boy, già presentato allo scorso Festival del Cinema di Berlino ed opera del regista James Bolton, che con grande delicatezza, molti silenzi e tanta commozione ha voluto raccontare l'amore tra due adolescenti, Roy e Nathan. Diamo uno sguardo però alla manifestazione cinematografica nel suo insieme, poichè sono tante e varie le proposte ospitate ancora una volta dal Teatro Strehler.

I FILM - Per restare in ambito cinematografico, risulta difficile pronosticare l nome del vincitore, ma non passeranno inosservati film come Aprés Lui.La regia è di Gael Morel, ma forse la vera perla del lungometraggio è la recitazione della grandissima Catherine Deneuve, qui nel ruolo di una madre che perde il figlio in un incidente e che, per il dolore, riversa tutte le sue attenzioni sul di lui compagno. Non dimentichiamoci però l'opera di Roberto Cuzzillo intitolata Senza fine, proprio come il viaggio che racconta la pellicola: quello cioè di una coppia di donne che insegue il sogno dela fecondazione assistita.

I LIBRI - Ma il Festival non è solo cinema, basti pensare al rinnovato appuntamento - dopo la passata edizione - di Brain & Sexy, sorta di aperitivi letterari (ma molto più divertenti) con la guida dei due speaker di Radio Dj La Pina e Diego che, a partire dalle ore 18 di venerdì, sabato e domenica, inviteranno a parlare dei loro libri ospiti speciali, come Maurizio Porro (il critico del Corriere della Sera che parlerà qui del genere mélo) e Alessandro Fullin, autore di un volume dal titolo Come fidanzarsi con un uomo senza essere una donna. Ovvero, come ridere o sorridere delle sventure sessual-sentimentali  in cui incappano giovani e non-giovani gay.

I PARTY - Diciamo la verità: dopo tanta cultura i cervelli hanno bisogno di un drink di raffreddamento, meglio se in compagnia del giusto ritmo. Il Festival ha pensato anche a questo con party esclusivi che si terranno in diverse location comePlastic, Black Hole e Billy Club. Speciale serata di chiusura della manifestazione al Borgo del Tempo Perso, con Join the gap.  Dimenticavamo: Festival Mix ha già una vincitrice, l'attrice Cinzia Leone, che ritirerà il premio Queen of Comedy, vinto in passato da Carmen Maura e Sandra Milo. Buon Festival del Cinema Gaylesbico a tutti!

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati