La donna della mia vita, Recensione film

La mamma è sempre la mamma

Ne "La donna della mia vita", Stefania Sandrelli vigila su Luca Argentero e Alessandro Gassman

Il regista Luca Lucini (Solo un padre, Oggi sposi) è nei cinema con La donna della mia vita. Il film racconta la storia di Giorgio (interpretato da Alessandro Gassman) e Leonardo (Luca Argentero), due fratelli molto diversi tra loro. Il primo, stimato medico della fertilità, è sposato ma passa da una relazione extraconiugale all'altra. Leonardo, più giovane e impacciato, tenta persino il suicidio per amore. L'incontro con l'affascinante musicista Sara (Valentina Lodovini) gli cambia la vita, ma Leonardo presto scopre che la ragazza è stata una delle tante amanti di Giorgio. Il personaggio che tiene le fila della storia è Alba, la mamma premurosa e un po' invadente dei due fratelli. In questo ruolo ingombrante e decisivo, una brava Stefania Sandrelli. L'attrice toscana afferma: "Alba fa tanto, a volte anche troppo, ma agisce sempre a fin di bene". Lella Costa, che interpreta la migliore amica di Alba, aggiunge: "Questo film è estremamente femminile, restituisce lo sguardo delle donne sul mondo. Ne emerge che spesso la maternità è una questione di egoismo. La donna della mia vita è una commedia vera, priva di retorica e senza morale rassicurante". In fondo però si sorride, in perfetta atmosfera pre-natalizia.
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati