Cinema

Ed è ancora MIFF

Il Film Festival Internazionale di Milano torna a soffiare aria indie nelle sale milanesi

Per gli habituée è conosciuto come MIFF (2008), ed è l'acronimo inglese del Film Festival Internazionale di Milano, in corso dal 7 al 13 di aprile. Avete presente il Sundance Film Festival di Robert Redford? Ecco, l'intento è quello di creare un'atmosfera simile, ma tricolore. A gareggiare, dopo essere passati ovviamente sugli schermi (quelli dei cinema Mexico, Rosetum, Orfeo), sono documentari e film indipendenti: lungometraggi e cortometraggi provenienti dal tutto il mondo.

INDIE ITALIANS - Il calendario prevede pellicole spagnole e americane, oltre che italiane ovviamente, come per esempio Fix, di Tao Rispoli. La bandiera italiana è più rappresentata nella categoria "documentari", dove si notano Dalla testa ai piedi, di Simone Cangelosi; Folletti streghe maghi di Simonetta Rossi, Linea d'ombra di Francesco Crispino, La ragione dei vinti di Cesare Semovigo. E ancora, Viaggio in corso nel cinema di Lizzani, di Francesca Del Sette mentre Nel ventre di Parigi è di produzione francese, nonstante la regia sia di Angelo Rizzo.

TUTTI (O QUASI) A L.A. - Terminato il concorso, le pellicole più meritevoli salpano oltreoceano alla volta di Los Angeles, precisamente verso l'Istituto Italiano di Cultura della città americana. Il MIFF è dunque un evento made in Italy che guarda lontano, raccogliendo forse anche l'eredità del Mifed, cioè del Mercato Internazionale del Film e del Documentario. La manifestazione portò a Milano per molto tempo i maggiori operatori dell'industria del grande schermo.

IN AGENDA - E' bene ricordare un paio di appuntamenti importanti all'interno del MIFF: la proiezione in anteprima del film L'amore non basta, con Giovanna Mezzogiorno diretta da Stefano Chiantini (cinema Rosetum, ore 20 del 13 aprile prossimo), e la conferenza sul tema della produzione e distribuzione del cinema indipendente e d'autore che si terrà alle ore 15.30, con ingresso libero al cinema Mexico, martedì 8 aprile. importante infine ricordare ai curiosi e agli "adepti" del MIFF che è possibile avere i biglietti gratuiti per le proiezioni iscrivendosi al sito www.madeinmilan.org.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati