Alla ricerca di Jane (Austen?)

La "Darcy Mania" torna in una commedia ironicamente rosa, con Keri Russell. Produce Stephenie Meyer

News - Cinema

Mentre Helen Fielding manda all'altro mondo il suo Mark Darcy nel terzo capitolo della Bridget Jones Saga (con piagnistei e giuramenti di vendetta delle fan), Stephenie Meyer, madre dell'altrettanto noto Twilight, indossa i panni di produttrice per portare sullo schermo Austenland, il romanzo della misconosciuta Shannon Hale. Un'opera che trae linfa vitale dalla diffusissima "Austen Mania", che nulla sarebbe senza eroine innamorate e – soprattutto - senza di lui: l'Uomo-Darcy. 

L'AMORE PACCHIANO - Keri Russel (Felicity, Mission Impossible 3) interpreta Jane Hayes, un'ultra-trentenne ossessionata dalla Austen e dai suoi romanzi. Vive circondata da servizi da tè in porcellana, aspettando che un Darcy in carne e ossa bussi alla sua porta. Gli amori avuti non sono certo stati da favola, così la nostra Jane decide di trovare sollievo ad Austenland, ricostruzione pacchiana di un ottocentesco villaggio inglese. Abiti d'epoca, balli, battute di caccia, ricami, non manca nulla in questa messa in scena creata ad hoc per signore romantiche, con tanto di attori deputati a intrattenere le ospiti paganti. Una gita che costa a Jane tutti i suoi risparmi. Non ne vale forse la pena, se si tratta di vivere una settimana praticamente "dentro"  Orgoglio e Pregiudizio, sperando di essere travolte sul serio dall'amore di un gentiluomo?

VERO COME LA FINZIONE - Presentato all'ultimo Sundance Festival, il film è una commedia romantica ma disincantata, che mescola i confini tra finzione, fantasia e realtà. Di chi si è innamorata davvero Jane? Chi sta fingendo di amarla e chi ne è onestamente attratto? Gli spettatori (via, siamo sinceri: le spettatrici) tentano di indovinare quale tra i personaggi maschili assolva il ruolo di Darcy. Ma la caccia si svolge su un terreno irto di inganni, creati dalla regista Jerusha Hess (già co-sceneggiatrice del "cult-nerd" Napoleon Dynamite). La giunonica Jennifer Coolidge (meglio nota come "Mrs. Stifler", l'antesignana milf di American Pie) dona un plus comico, mentre si fa notare la colonna sonora (gustatevi il video dei titoli di coda).  

Alla ricerca di Jane mette alla berlina certi sentimentalismi e, con ritmo non sempre incalzante, infrange le vacue fantasie rosa della protagonista contro una realtà finta, grottescamente kitsch. Promosso o bocciato? Le inguaribili romantiche saranno abbastanza oneste da riconoscere che il film salvaguarda la passione "darcyniana", facendo vagheggiare sull'amore e sui suoi giochi (e sulla carinissima sportina I <3 Darcy della protagonista…) oltre il registro ironico. Chi non appartiene alla categoria, si astenga serenamente. In sala dal 21 novembre.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati