Le ricette da' Buzzicona

Anna Longhi, fra ricette e aneddoti, racconta la sua cucina semplice e sincera

Attrice. Ma prima ancora camerinista e sarta agli studi cinetografici della Rizzoli. Anna Longhi, 75 anni, si racconta nel libro In Viaggio con Alberto (Aliberti Editore, 15 euro). Un viaggio che intreccia storie di vita privata e professionale a fianco dell'Albertone nazionale. Un'intesa sbocciata alla fine degli anni '70, nel film Dove vai in vacanza?, episodio Le vacanze intelligenti.

SONO UNA GRASSA NATURALE"Dicono che i grassi sono grassi perché magnano tanto. A me me piace, non dico di no, ma non mi sono mai abbuffata. Sono una grassa naturale". Con qualche piccola e immancabile scivolata nel dialetto romano, la Longhi racconta aneddoti legati al mondo della cucina, scegliendo anche di inserire in appendice ben 19 ricette, dagli ingredienti poveri e genuini. Piatti semplici da preparare, appresi dalla nonna, che le ha insegnato l'importanza del rispetto per il cibo.

'NDO STA AMATRICIANA? – Ci si aspetterebbe di ritrovarla in elenco. Ma l'amatriciana non c'è (perché in realtà la ricetta è abruzzese). Tuttavia, Narrarella racconta qualche episodio legato a questo gustoso condimento. Intimorita dalla cucina americana, in occasione delle riprese del film Un tassinaro a New York (1987), riuscì a far attraversare in dogana una dispensa fatta di pancetta, salami, cipolla, peperoncino e altre bontà veraci. Era così attrezzata che un giorno, a Miami, dietro richiesta di Sordi, preparò per più di dieci persone un banchetto completo, fatto di pasta e fagioli, pasta e ceci, pasta e lenticchie, trippa, bucatini all'amatriciana e "tante di quelle cose bone…".

SPAGHETTO, TU M'HAI PROVOCATO – Nessuno tocchi la sacralità della pasta. E ben ce lo ricorda lo sketch a tre con Emanuela Fuin, dove si ipotizzano improponibili spaghedi dolci (Un tassinaro a New York). Gli spaghetti sono una panacea, il ritorno alla retta via alimentare, come succede a chiusura di Le vacanze intelligenti. "Spesso mi cucinavo qualcosa la sera, perché la fettina di carne con gli spaghetti che mi volevano dare al ristorante mi faceva un po' impressione", ricorda la Longhi. Cosa amava Sordi? I tagliolini all'ovo, piatto d'apertura del ricettario In Viaggio con Alberto.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati