6 OTT 2017
di Giovanni Angelucci

Se non riuscite ad entrare nel mood autunnale, allora dovreste dedicare un’ultima parentesi "estiva" al vino protagonista della bella stagione. Parliamo dei vini rosati, sempre più apprezzati e non solo in estate, come attesta la banca dati di Tannico (leader italiano nella vendita di vino on-line), che registra un picco di vendite per i vini di Puglia (17%), seguiti da Sicilia (14%), Abruzzo (11%), Sardegna e Alto Adige (9%), Lombardia e Toscana all’8% e in ultimo la Campania con il 4%.

Dal colore suadente che oscilla dal rosa pallido al fucsia intenso, questa tipologia di vini è ottenuta dalla macerazione del mosto con le bucce per un massimo di due giorni e viene prodotto per la maggior parte in Puglia. Ma tra i tanti quali bere a estate terminata? E in quali cantine trovarli?

Duodecim

Prodotto nella zona di Seclì (Le) dall’azienda Romaldo Greco, dove oggi è presente la nuova generazione, Antongiulio e Gloria, è ottenuto da uve Negroamaro 100% e il termine Duodecim indica le dodici ore di macerazione del mosto sulle bucce, il cosiddetto “vino di una notte”.

Un rosa chiaretto brillante e un exploit di note floreali che vanno dalla rosa alla violetta, fino alla frutta fresca come fragola e ciliegia. La sostenuta sapidità e la grande freschezza gli donano una beva armonica e di grande piacevolezza.

L'etichetta del Duodecim

L'etichetta del Duodecim

Calitro

Progetto giovane quello di Calitro, nato nel 2012 per volontà del giovane Francesco Lonoce che si dedica alla valorizzazione degli autoctoni.

L’azienda ha sede a Sava, cuore della terra del primitivo, e il rosato Calitro viene prodotto con uve 100% Negroamaro. Si presenta con riflessi porpora e al naso i sentori di lampone e ciliegia sono molto spiccati, grande persistenza ed equilibrio in bocca.

Alcune bottiglie di Calitro

Alcune bottiglie di Calitro

Girofle

Prodotto nel cuore del Salento, a Copetino, dall’azienda Garofano Vigneti & Cantine. Si scrive Girofle, si legge Garofano. Color corallo brillante e intenso, al naso si presenta con frutti rossi, melograno e una piacevole speziatura. Un rosato di notevole freschezza e leggerezza, da abbinare al pesce la forno e, perché no, da sorseggiare all'ora dell'aperitivo.

L'etichetta del Girofle

L'etichetta del Girofle

Castel di Salve

È La cantina più a Sud del Salento: Castel di Salve, nel cuore di Depressa, centro a pochi km dal porto di Tricase (26 km più a sud di Otranto).

Lo stabilimento, costruito sul finire dell’800, è un esempio di archeologia industriale realizzato con volte a stella in pietra leccese senza uso di cemento e preservato dal sapiente intervento di restauro. Il Santi Medici rosato è un 100% Negroamaro dalla spiccata sapidità, caratterizzato da note mentolate.

Il Santi Medici di Castel di Salve

Il Santi Medici di Castel di Salve

Santi Dimitri

Negroamaro Salento Igp Brut Rosé è uno spumante di qualità dell’azienda Santi Dimitri, in attività agricola da oltre trecento anni.

Metodo Martinotti con permanenza sui lieviti di centoventi giorni, gradazione alcolica di appena 11,5% e tanta vivacità gustolfattiva. Uno spumante fresco, dissetante, invitante, azzeccato con del pesce in tempura.

Il Santi Dimitri

Il Santi Dimitri
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati