L'heure du thé

Dai migliori giardini d'Oriente, una tazza profumata e fragrante

È la più antica maison francese di tè. E ancora oggi seleziona e produce singole origini e miscele sublimi. È la Dammann Frères, fondata nel 1925 (anche se era il 1692 quando Re Luigi XIV concesse a monsieur Damame l'esclusiva per la vendita di tè in Francia), con sede a Orgeval, alle porte di Parigi, e una distribuzione su scala mondiale. Un'azienda che ha fatto, e continua a fare, di passione e dedizione filosofia, puntando sempre all'eccellenza, all'innovazione e all'originalità. E rimanendo fedele alle figure dei blender, al contempo importatori e creatori di mélange esclusivi e inediti. Per sorsi unici e raffinati.

IL TÈ PER TE - Bianchi, neri, verdi, affumicati e profumati. Provenienti da Ceylon, Cina, India, Nepal, Giappone, Vietnam e persino dal Kenia. I tè firmati Dammann Frères sono tanti, per tutti i gusti e per tutte le ore del giorno. Se infatti alcuni sono più indicati per la colazione o il pomeriggio, altri si rivelano perfetti a tutto pasto o per il dopo pasto. il Lapsang Souchong (cinese a foglie larghe, affumicato con legno di abete rosso), per esempio, accompagna amabilmente i piatti salati; il Mandarin Jasmin (tè verde ingentilito da fiori di gelsomino) correda bene le ricette della cucina tradizionale cinese; l'Houjicha (giapponese, tostato e dal gusto particolare) è ideale con il sushi; lo Yunnan Céleste T.G.F.O.P. (cinese, corposo, rotondo e persistente) si sposa con i dessert di frutta secca e cioccolato; e il Brunch Tea (indiano mélange di Darjeeling e Assam) abbraccia felicemente il ricco breakfast-lunch del fine settimana. E per una buona digestione? Sono ottimi l'Oolong Phoenix (dalle note di mango e litchi) e il Qi Lan Orchidée Rare, dal liquore ambrato e dalle dolci note d'orchidea.

MÉLANGE GOURMAND - Poi ci sono quelli golosi, virtuosi di aromatizzazioni naturali, lanciati per la prima volta negli anni Cinquanta da Jean Jumeau-Lafond. Tè gourmand, preziosi di frutta, spezie e fiori, per una pausa deliziosa. Ecco allora lo storico Goût Russe Douchka, miscela di tè neri cinesi e oli essenziali di agrumi; l'Earl Grey, con bergamotto di Calabria; il Charlotte aux fruits, con pezzetti di fragole e caramello; il Cannelle, con cannella di Ceylon; il Belle Hélène, con pera e caramello; il Miel Orange, con miele, oli essenziali d'arancia e scorze; il Pomme d'Amour, con aromi di mela caramellata cotta la forno, sentore di maraschino e petali di elianto; l'Oolong Chataigne, con pezzi di castagna e fiori di tè; e il Thè des Deux Chinois, aromatizzato al mango, al limone, al cocco, con aggiunta di zenzero e pepe, nonché cosparso di petali di rosa.

SACCHETTO O COFANETTO? - Si chiama Cristal ed è lo speciale sacchetto che la casa francese ha messo a punto negli anni Ottanta per sostituire la classica bustina di tè. Una piccola poche dalla trama sottile e trasparente che assicura un dosaggio ideale, consentendo alle foglie di aprirsi in tazza senza costrizione alcuna. Ma la collezione Dammann Frères venta anche tè sfusi, eleganti boîte in latta e cofanetti. Come quelli da viaggio, nelle versioni Parfums e Secrets (32 Euro), per lasciarsi trasportare in una nomade degustazione.

DOVE TROVARLI - Se non si ha la possibilità di giungere fino a Parigi, in Places des Vosges, dove la Dammann Frères ha la sua mirabile boutique-tempio, è possibile fare aromatici acquisti direttamente online. Mentre a La Maison du Mekong di Milano, presso Cargo&HighTech, si possono assaporare i francesi tè in uno spazio ovattato e silenzioso, fra la quiete di luci discrete che accarezzano atmosfere coloniali rarefatte ed evocative.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati

Correlati:

www.boutique-dammann.com