Anniversario Cinzano 260 anni

Cinzano 260, storia di alchimia e di passione

Una mostra, il restyling dell’intera gamma di spumanti, un Cuvée Vintage creato ad hoc, per celebrare un nuovo inizio

5 OTT 2017
di Elisabetta Canoro
Duecentosessant’anni e non sentirli. E per festeggiarli, una mostra itinerante che, partita il 5 ottobre dal Museo Nazionale del Risorgimento italiano di Torino, porterà l’iconico brand nel mondo fino al 14 gennaio 2018. Non solo. Per celebrare quasi tre secoli di storia, Cinzano, celebre marchio di spumante e di vermouth fondato nel 1757, ha pensato anche al restyling dell’intera gamma di spumanti accompagnato dal lancio del Cuvée Vintage ALTA Langa D.O.C.G. millesimato 2009, uno spumante creato per l’occasione, che utilizza il metodo classico impiegato per lo Champagne. Sono solo alcune delle iniziative che segnano il traguardo più significativo di un’azienda radicata nel passato ma con lo sguardo verso il futuro, che ha dettato mode e umori oltre i confini nazionali. In alto i calici, allora, è tempo di brindare.

Donna adagiata su grappolo di Leonardo Cappiello (1920), una delle illustrazioni in mostra
Donna adagiata su grappolo di Leonardo Cappiello (1920), una delle illustrazioni in mostra

TRE SECOLI DI STORIA IN MOSTRA

Era il 7 gennaio 1757 quando in cui i fratelli Carlo Stefano e Giovanni Giacomo Cinzano si apprestavano a diventare maestri acquavitai e ad aprire Casa Cinzano, la prima bottega del marchio. Lo racconta Cinzano: da Torino al mondo, viaggio alla scoperta di un’icona italiana, l’esposizione itinerante che, dopo vent’anni, riporta alla luce poster originali, fotografie e oggetti che hanno reso famoso il brand a livello internazionale. Articolata in tre sezioni, la mostra è curata da un comitato scientifico di storici e docenti italiani di spicco e accompagna il visitatore nella storia di Cinzano, un prezioso patrimonio culturale ricercato nei Regi Archivi di Torino e nei 40mila faldoni degli archivi della famiglia Cinzano. Esposte, alcune delle più celebri illustrazioni opera di grandi artisti da Il Dio Pan di Adolfo Hohenstein (1898), al Cocktail perfetto di Jean-Pierre Otth (1955), passando per La Zebra di Leonetto Cappiello (1910) e laDonna adagiata su grappolo di Leonetto Cappiello (1920).

Dettaglio de Il Dio Pan di Adolfo Hohenstein (1898) uno dei poster iconici
Dettaglio de Il Dio Pan di Adolfo Hohenstein (1898) uno dei poster iconici

ALCHIMIA E TRADIZIONE IN VERMOUTH E SPUMANTI

Sei i prodotti Vermouth Cinzano. Si va dai classici Cinzano Rosso, Bianco ed Extra Dry, a quelli creati per la collezione Cinzano 1757 Rosso, Bianco e Dry. Da gustare come aperitivo, serviti lisci o con soda. O ancora, come ingredienti per intramontabili cocktail come il Negroni, l’Americano o il Boulevardier, che nella mani di abili bartender diventano inedite e sorprendenti creazioni. Ampio e versatile l’assortimento di spumanti, virtuoso di due distinte collezioni: la Cinzano Edition e la Cinzano Cuvée storica, per un totale di otto prodotti eccellenti.

Il Dio Pan di Adolfo Hohenstein (1898) uno dei poster iconici
Il Dio Pan di Adolfo Hohenstein (1898) uno dei poster iconici

IL RESTYLING DELLA GAMMA SPUMANTI

Distintivo, moderno e intenso. È il colore di ogni bottiglia di vino spumante firmato Cinzano. Parte di una gamma di vini interamente rivisitata in occasione del 260esimo anniversario del brand. A cominciare dal logo, ispirato allo stemma originale dell’omonimo casato, che omaggia i padri fondatori del marchio. Dorata, nitida e contemporanea, l’etichetta sottolinea con orgoglio le radici di Cinzano, mentre la forma innovativa, rappresentata da un elegante semicerchio chiuso nella parte superiore da una linea ondulata, rievoca l’estetica dello Spumante Bon Sec.

La nuova gamma di spumanti Cinzano
La nuova gamma di spumanti Cinzano

Per informazioni: www.cinzano.com
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati