Arte

Hangar Bicocca: la riapertura

Lo spazio di via Chiese torna sulla scena milanese dell'arte contemporanea siglando partnership di livello

Lo spazio Hangar Bicocca riapre la sua stagione espositiva alla vigilia dell'estate, in controtendenza rispetto a gallerie e musei. L'occasione è la presentazione al pubblico della nuova direzione artistica, accompagnata dall'offerta di nuovi servizi ai visitatori. La veste rinnovata dell'imponente edificio di via Chiese comprende una libreria e un bistrot - rispetivamente HB Art Book e HB Bistrot - aperti al pubblico oltre l'orario delle esposizioni.

Ad inaugurare la direzione artistica, affidata a Chiara Bertola già curatrice del noto Premio Furla, due partnership importanti: con il Grand Palais di Parigi e con l'Armory di New York, che hanno permesso di portare a Milano le opere del francese Christan Boltanski, in mostra all'Hangar fino al 19 settembre. Ad affiancare le installazioni dell'artista, le opere video del catalano Carlos Casas, una scultura monumentale di Fausto Melotti e il progetto Melting Pot 3.0 di Stefano Boccalini. Restano, all'interno dell'Hangar, le inquietanti, monumentali torri di Anselm Kiefer. I Sette Palazzi Celesti, emblemi della condizione umana, si confermano simbolo dello spazio espositivo in Bicocca anche sotto la nuova guida artistica.

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati