Mostra impossibile Caravaggio, recensione

Arte

Col digitale (quasi tutto) è possibile

L'opera di Caravaggio riunita a Palazzo della Ragione

Copiare non è mai stato nobile né corretto, ma è pur vero che ci sono copie e copie. Fino a febbraio, Palazzo della Ragione ospita Caravaggio. Una mostra impossibile: 65 riproduzioni digitali ad altissima definizione e a grandezza naturale di tutti i capolavori firmati Michelangelo Merisi. 

CARAVAGGIO HI-TEC - Se non fosse stato per la tecnologia digitale, non si sarebbe potuto riunire l'intero corpus dell'artista in un'unica sede espositiva. Le opere del Merisi sono disseminate nei musei di tutto il mondo: ottenere i prestiti e sostenere i costi di allestimento, trasporto e assicurazione sarebbe stato, come dice il titolo, impossibile. L'aspetto ipertecnologico non è la sola particolarità di questa mostra. Al posto della tradizionale guida, tre attori in abiti secenteschi accolgono i visitatori e li accompagnano attraverso lo spazio espositivo. Nei weekend i performer si spostano anche nelle principali stazioni delle linee metropolitane, dove sorprendono i passanti raccontando aneddoti sul pittore e sulle sue opere.

UN GENIO IRREQUIETO - Gli attori recitano la parte di Caravaggio e si fanno strada nelle sale del Palazzo con una lanterna, mentre ripercorrono in ordine cronologico la vita del tormentato artista lombardo. I giovani si soffermano sull'uso rivoluzionario della luce e sul concetto di realismo alla base del lavoro del Merisi. Nella Roma decadente dei Papi, l'artista dipinge usando cortigiane, prostitute, vagabondi e mezzane come modelli. Il carattere inquieto e una pesante accusa di omicidio lo condannano a una vita in fuga costante, dalla capitale a Napoli, poi in Sicilia, a Malta e Porto Ercole. 

I VANTAGGI DEL DIGITALE - Certo, una riproduzione digitale, benché accurata, non potrà mai sostituire l'originale. Il rilievo della pennellata, la grana della tela, l'ingombro della cornice sono difficilmente riproducibili. Nelle versioni digitali di capolavori come Vocazione di San Matteo e Cena in Emmaus questi dettagli si possono solo intuire. Ma ben vengano le copie, se permettono il superamento di ostacoli insormontabili e facilitano la diffusione della cultura.
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati