Spettacolo

Zelig C.U.L.T.

Spettacolo
giovedì 26 giugno 2003
PalaSharp
ATTENZIONE: Evento scaduto

Per fare buona satira occorre anche immaginare un mondo à reverse.
Con C.U.L.T., Zelig segue questa strada, creando una testata giornalistica ‘alternativa’: un direttore (Cornacchione), gli editorialisti (Patrucco e Braida), i dispacci d’agenzia (Vodani), la voce della strada (Parassole), con l’obiettivo di coinvolgere gli spettatori in una rilettura “cattiva” della realtà.

Beppe Braida - Torinese, cabarettista ed attore dal 1989, Braida interpreta quello che la vita mette in scena quotidianamente alle spalle di tutti noi. Dotato di una mimica notevole che usa al meglio, sul palcoscenico assume il ruolo di specchio deformante in cui si riflettono allegramente i vizi e le virtù del Bel Paese. 
Ha all’attivo oltre trecento spettacoli nei principali locali di cabaret della penisola, ed è stato protagonista dell’ultima edizione di “Zelig” all’urlo di “Attentato!”

Antonio Cornacchione - Di sé dice di essere il più timido dei comici italiani, sta di fatto che, sin dai suoi esordi – nel 1991 – sul palco di Zelig Cabaret, Cornacchione ha fatto di questa sua apparente difficoltà di comunicazione una formidabile arma di comicità e, da allora, è stato chiamato a tutte le trasmissioni comiche di maggior successo – da “Su la Testa” a “Skatafascio” a “Facciamo Cabaret” ad “Aldo Giovanni & Giacomo Show”.

Diego Parassole - Si è diplomato in drammaturgia presso la Civica Scuola di Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano, prendendo poi un secondo diploma presso la scuola di teatro in movimento Bella Hutter di Torino. Dal 1990 Diego si occupa di teatro, cinema e televisione, da “Facciamo Cabaret” a “Zelig” nei panni del disilluso operaio Pistolazzi.

 Alberto Patrucco - Altro protagonista dell’ultima edizione del programma tv “Zelig”, monologhista riconoscibile per i testi comici di notevole spessore qualitativo. La sua arma scenica è il linguaggio. La satira e l'umorismo di Patrucco scavano infatti nelle pose e nei comportamenti umani, più che con cattiveria con distaccato buonumore.

 Cesare Vodani - Attore e cabarettista, Vodani è un affabulatore del suo tempo, conosce il segreto disincantante di saper cogliere la banalità che ci circonda e di astrarla, deformandola attraverso la lente inclemente della satira. I suoi monologhi prendono corpo non su tipi grotteschi portati alla spasimo, ma su blande speranze e spiccioli desideri di gente assolutamente comune.


Ingresso
Euro 7

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati

Informazioni su: Zelig C.U.L.T. a Milano

Spettacolo
giovedì 26 giugno 2003
San Siro
Via Sant'Elia, 33 - 20151 Milano

Indirizzo Zelig C.U.L.T. Milano

Indirizzo: Via Sant'Elia, 33 - 20151 Milano
Metro: Lampugnano - MM1