MilanOltre Festival a Milano

La storica rassegna di danza contemporanea, in scena al Teatro Elfo Puccini

ATTENZIONE: Evento scaduto

La danza in tutte le sue forme e declinazioni. Dal 28 settembre al 29 ottobre, le sale del Teatro Elfo Puccini e, per alcuni appuntamenti, l’Università degli Studi, la scuola di danza DanceHaus e lo spazio NonostanteMarras, ospiteranno la 31esima edizione di MilanOltre Festival.

La manifestazione, diretta da Rino de Pace, conferma la sua vocazione a importante vetrina per la danza italiana e internazionale, con un programma particolarmente ricco e suadente che per un mese offre la possibilità di incontrare le migliori realtà di ballo. Nomi noti ed esordienti, per un totale di 11 compagnie, 25 serate di spettacolo, 20 titoli di cui nove in prima nazionale.

Tra le icone della danza contemporanea, la belga Anne Teresa De Keersmaeker, premiata alla Biennale Danza 2015 con il Leone d’oro, inaugura il festival portando in scena (il 28 settembre con replica il 29) la performance del 1983 che la impose “Rosas danst Rosas”, poi diventata punto di riferimento nella storia della danza postmoderna, imitata anche da popstar come Beyoncé. Dal Canada, paese al quale il festival dedica un ricco focus a celebrazione del 150° anniversario della fondazione, Louise Lecavalier, la ballerina di La La La Human Steps che negli anni ’80 ha lavorato con David Bowie e rivoluzionato il linguaggio della danza, contaminandolo con la cultura rock, il teatro e il cinema, porta in scena due imperdibili spettacoli: “Battleground” (7 ottobre) ispirato all’opera di Italo Calvino “Il cavaliere inesistente”, e “So Blue” (8 ottobre), creazione astratta e intuitiva basata sull'improvvisazione. Tra le curiosità in programma, “Practices of everyday life - Cooking” (10 ottobre) del canadese Navid Navad propone un’insolita performance aromatica, orchestrata intorno a un cuoco, una cucina incantata e ingredienti sonori.

A dominare la 31esima edizione di MilanOltre è però la danza italiana. Il coreografo poeta Fabrizio Favale sarà protagonista, accompagnato dalla sua compagnia Le Supplici, con un doppio appuntamento: “Ossidiana” (30 settembre), performance che richiama i paesaggi aspri di una natura arcaica, e, in prima nazionale, “The rain sequence” (1 ottobre), ispirato alla meteorologia e al presentimento nel mondo degli animali. Torna per il secondo anno consecutivo Roberto Zappalà, in scena con la sua Compagnia per due serate: “Romeo e Giulietta 1.1 – la sfocatura dei corpi” (1 ottobre), spettacolo che vuole essere un atto d’amore verso la vita, e “I am beautiful” (3 ottobre), lavoro ispirato a Rodin e al primo verso de “La beauté” di Baudelaire. Il visionario Enzo Cosimi, tra i coreografi più innovativi della scena contemporanea, presenterà “Bastard sunday” (11 ottobre), lavoro ispirato alla figura di Pierpaolo Pasolini, e le performance “Corpus hominis” (14 ottobre), “Estasi” (15 ottobre) e “La bellezza ti stupirà” (21 e 22 ottobre). Per celebrare il decimo anniversario, Fattoria Vittadini, la compagnia nata in seno alla Scuola d’Arte drammatica Paolo Grassi, propone tre spettacoli, di cui due anteprime: “To this purpose only” (5 ottobre), “Salvaje” (9 ottobre) e “My.True. Self.revisited” (12 ottobre).

Per informazioni: www.milanoltre.org

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati