XXII Milano Film Festival a Milano

Nel distretto Tortona, tutti i film che non vedremo mai al cinema

ATTENZIONE: Evento scaduto

Proiezioni, anteprime, ospiti, eventi. Torna dal 28 settembre all’8 ottobre il Milano Film Festival, la più grande festa del cinema indipendente del capoluogo lombardo. Oltre 1.200 i film in programma tra lungometraggi e corti provenienti da 70 paesi. Teatro della 22ma edizione della kermesse sarà il distretto Tortona, diviso tra Base Milano, Mudec– Museo delle culture, Cinema Ducale.

Cuore del programma sarà il Concorso Lungometraggi: otto opere prime e seconde presentate in anteprima italiana e realizzate da registi provenienti da tutto il mondo. A decretare il vincitore, una giuria straordinaria composta quest’anno dal regista Abel Ferrara, reduce da Venezia74 dove ha presentato fuori concorso “Piazza Vittorio”, e da Rinaldo Censi, critico e curatore della retrospettiva dell’ultimo Festival di Locarno dedicata a Jacques Tourneur.

Sarà invece una commissione composta dai rappresentanti della Cineteca Italiana di Milano, che proprio quest’anno festeggia il 70° anniversario, a giudicare i cortometraggi in concorso nella sezione dedicata: 41 opere brevi girati da giovani registi, esclusivamente under 40.

Il Milano Film Festival si distingue da sempre per proporre al pubblico opere di valore provenienti dai festival di tutto il mondo, difficilmente inseriti nelle normali programmazioni delle sale italiane. Fra le anteprime in concorso e fuori concorso, spiccano "England is Mine" di Mark Gill, la prima biopic dedicata alla vita di Morrisey, frontman e fondatore dei The Smiths; "Manifesto" di Julian Rosenfeldt con Cate Blanchett, e "Columbus" di Kogonada.

A conferma della vocazione all’impegno del festival, gli spazi Base ospiteranno inoltre due mostre con ingresso gratuito: "Noi", video installazione che ripercorre gli anni delle rivolte studentesche tra il ’67 e il ’77 a Milano con i filmati del Collettivo Cinema Militante di Milano; e “Enrico Appetito per Michelangelo Antonioni sui set 1959-1964”, mostra fotografica che scandaglia l’archeologia del set di Antonioni che inaugurerà il 29 settembre con una performance musicale di Boosta.

I cinefili ritroveranno gli storici appuntamenti del Festival: Colpe di Stato, la rassegna dedicata al documentario politico; Audiovisiva, che propone eventi costruiti sulle sinergie tra musica, arte e nuove tecnologie; Debut, una serie di appuntamenti pensati per chi vuole entrare nel mondo del cinema scoprendone le professionalità; Video Espanso, dedicato alle nuove traiettorie dei video musicali, e il Milano Film Festivalino con tanti appuntamenti per i più piccoli tra Base e Cascina Cuccagna.

Per informazioni: www.milanofilmfestival.it

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati