Invideo, festival video arte a Milano

Invideo 2017 a Milano

Al via la 27° Mostra internazionale di video e cinema

ATTENZIONE: Evento scaduto
Manifestazione
Data
Dal 16/11/17 al 19/11/17
Location
Indirizzo
Telefono
+39 02 78622290
Zona
Centro
Orario
.
Ingresso
Libero
Fascia di Prezzo
Accessibile
La 27esima edizione di Invideo, tra lo Spazio Oberdan e lo IED
Telefono
+39 02 78622290
Indirizzo: Piazza della Scala, 5 - 20121 Milano

Origini: una parola affascinante e per molti aspetti misteriosa. Evocativa”. È il titolo e filo conduttore della 27° edizione di Invideo, la Mostra internazionale di video e cinema oltre, che si svolge dal 16 al 19 novembre allo Spazio Oberdan e all’Istituto Europeo di Design.

Quest’anno ci è sembrato il filo conduttore di lavori che in modi diversi evocano le fonti, le nascite, le radici. Il cosmo, le origini stesse della videoarte, cui alcune opere sembrano tornare per ritrovare una creatività radicale e pura. Ma anche le forme primarie, la memoria, le astrazioni che sono alla base di ricerche stilistiche importanti” spiegano i direttori della mostra Romano Fattorossi e Sandra Lischi.

Quest'anno Invideo parla di nuove strade della creazione audiovisiva, fra nascita e sviluppi, e vede tra gli ospiti Caterina Klusemann, Giuseppe Baresi, Matias Guerra, Antoni Pinent, Igor Imhoff, Fabiana Sargentini e Virgilio Villoresi.

La 27esima edizione di Invideo, tra lo Spazio Oberdan e lo IED

La 27esima edizione di Invideo, tra lo Spazio Oberdan e lo IED

In programma, la Selezione Internazionale presenta al pubblico 30 opere di ricerca e sperimentali, delle quali 10 anteprime italiane e 13 anteprime milanesi provenienti da tutto il mondo e prodotte tra il 2016 e il 2017.

In particolare, la rassegna ospita l’anteprima nazionale “A MÍ”, di Caterina Klusemann. È l’ultimo capitolo della personale trilogia della regista che, attraverso la storia della sua famiglia, ripercorre la memoria e le tragedie del Novecento.

Il tema della memoria e della famiglia torna anche in "Tutto su mio padre Fabio Sargentini" della regista Fabiana Sargentini, mentre importanti richiami alle avanguardie storiche si ritrovano nelle personali di due talenti dell’animazione contemporanea italiana: Virgilio Villoresi, tra i più versatili film maker, e Igor Imhoff, artista che riversa nelle sue produzioni digitali competenze artistiche che spaziano dalla pittura alla musica al video.

Tra gli eventi speciali, l’incontro dal titolo “Dialogo fra generazioni: Giuseppe Baresi e i giovani autori” mette al centro il confronto tra due generazioni: quella di Baresi, affermato autore indipendente e storico collaboratore di Studio Azzurro, i cui lavori accostano il linguaggio documentaristico a quello della videoarte, e le opere di nuova generazione dei film maker.

Lo IED, di cui sono in mostra i 50 anni di storia, fino al 19 novembre alla Triennale, sarà sede di tre master class a ingresso gratuito, tra cui "Scolpire la Luce/Cinema senza cinepresa" tenuta da Antoni Pinent.

Per informazioni: www.mostrainvideo.com

© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati