Concerto

Vik and The Doctors of Jive

Al Blue Note, una serata all'insegna del jive easy jazz

Concerto Jazz/Blues/Soul
domenica 22 gennaio 2012
+39 02 69016888
Blue Note
ATTENZIONE: Evento scaduto
Al Blue Note, il 22 gennaio, Vik and the Doctors of Jive presentano uno show all'insegna del jive easy jazz. Vik e la sua band propongono una rivistazione di standard swing americani e italiani: un'occasione per ascoltare musiche di celebri artisti quali Dean Martin, Sinatra, Buscaglione e Carosone. Inoltre, per la prima volta, la band suona dal vivo i brani inediti tratti dal suo secondo album in uscita nel 2012. Vik (Vittorio Marzioli) e il suo gruppo hanno all'attivo il disco C'era una volta (2009) e la partecipazione al film AmeriQua (2010) di Marco Bellone e Giovanni Consonni.
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati
SCRIVI & VINCI CON LA COMPETITION
2 Biglietti Omaggio
Descrizione: "C'era una volta" è il titolo di un album di Vik and The Doctors of Jive. Come comincereste una fiaba in poche battute? Vince due biglietti per il concerto il commento più creativo.
Scadenza: 19/01/2012 alle 23.59
Visualizza tutte le Competition
COMPETITION SCADUTA
Ha Vinto: maria
Commento: c'era una volta... una terra lontana e non troppo fatata, abitata da gente con una storia ancora tutta da inventare. c'erano suoni, diversi e di vari colori, rumori, e insieme mescolati, con passione e sentimento, crearono Musica.
Presenti 13 commenti.
...Guarda di qua...Guarda di la...
Di Massimo postato il 19/01/2012 23:25:46
Ma le favole dove stanno? Ce n'è una in ogni cosa: nell'armadio, nella bottiglia, nel fiore, nel cuscino...Sta lì dentro da tempo e non parla, è una bella addormentata e bisogna svegliarla...dai vieni andiamo...
Gabbia o corona?
Di Nicola postato il 19/01/2012 17:50:07
Tanto tempo fa c'era un re che non amava star seduto sul suo trono, preferiva andare nel suo bel giardino e, aproffittando delle frequenti distrazioni del suo vecchio giardiniere, gli rubava gli attrezzi e si dava al giardinaggio. Un giorno, lavorando vicino a bassi cespugli, la corona gli venne a noia, a dirla tutta gli procurava spesso il mal di testa perchè gli stava strettina, se la tolse e la appese ad un ramo e lì la dimenticò fino a sera. Quando all'ora di cena tornò per riprendersi il regale copricapo trovò un piccolo pettirosso che lo aveva eletto a sua dimora. Il re allungò la mano per prenere la corona ma l'uccellino, con quei suoi piccoli occhi di perla nera, lo guardò allarmato, appena trovata casa rischiava già di perderla, il buon re capì tutto e con un sorriso lasciò la sua corona appesa al ramo, in fin dei conti era più utile lì giardino e da quel giorno la corona fu del piccolo pettirosso. Voi che leggete state attenti, in un nobile vecchio giardino la potreste trovare e non fate confusione con le antipatiche gabbie che rinchiudono gli uccellini, le corone non hanno fondo e le sbarre sono larghe larghe, lasciando così ai pettirossi l'agio di andare e venire a piacimento. Morale della favola: gli uccellini preferiscono le corone alle gabbie.
Lo shock
Di Ines postato il 19/01/2012 16:30:42
La mamma racconta alla figlia: "C'era una volta un uomo, con la testa grande, gli occhi strabici, le orecchie da elfo, un naso lungo lungo, con accenni di dismorfofobia; basso e cicciottello, con taaanti brufoli e acne sparsi in viso...". E la figlia dice: "ma mamma non vale, questo è papà!". E la mamma: "caspita hai ragione!"
fiaba
Di rossa postato il 19/01/2012 12:35:51
C’era una volta una una ragazza dai capelli rossi che abitava in una città gigantesca, fatta di grattacieli e palazzi…
central park
Di sima postato il 19/01/2012 12:35:11
Tanto tanto tempo fa in un piccolo bosco di Central Park riesiedeva un giovane extraterrestre dalle antenne piccoline e gli occhi un po’ furbetti, sapeva suonare la chitarra e la sua musica dava il calore alle menti dei newyorkesi…
cappuccetto rosso griffato
Di sima postato il 19/01/2012 12:33:43
C’era una volta, nel quartiere di Loreto a Milano, una bambina che indossava sempre la felpa rossa di Abercrombie, con le sue Ugg attraversava la città per portare la schiscetta alla nonna che abitava lontano lontano, in un palazzo a Milanofiori….
musica
Di maria postato il 18/01/2012 23:45:47
c'era una volta... una terra lontana e non troppo fatata, abitata da gente con una storia ancora tutta da inventare. c'erano suoni, diversi e di vari colori, rumori, e insieme mescolati, con passione e sentimento, crearono Musica.
C'era un volta..
Di Valentina Des postato il 18/01/2012 22:55:00
.. o forse erano due, c'era un re barbaro, una donna molto bella, un castello ed un'isola .. Il re voleva a tutti i costi il bel castello coi suoi tesori ..la donna molto bella per salvare il suo popolo fece apparire l'isola a due passi dal re conquistatore.. che si gettò in acqua convinto di potervi arrivare con un paio di bracciate ma l'incanto si ruppe.. pufff
Paradox color
Di Chiara postato il 18/01/2012 18:59:22
C'era una volta un uomo dai capelli insulsamente marroni il quale aveva, però, un dono particolare: cambiare i colori del mondo.
A beginning
Di Simone postato il 18/01/2012 14:59:47
C'era una volta nel lontano 1927 al Savoy Ballroom, nel quartiere di Harlem a New York, un gruppo di giovani afroamericani che sulle note saltellanti della band intrecciavano i loro corpi compiendo passi mai visti prima, quella notte era nato il Jive..
C'era un volta
Di Isabella postato il 18/01/2012 12:12:58
C'era una volta una scarpa in strada che danzava a tempo di sole. la pioggia lontana s'affaccia su quella scarpa e ancora una volta, il tempo che c'era una volta ritorna al sole...
...
Di emma postato il 18/01/2012 11:06:51
C'era una volta, e poi un'altra e poi un'altra, e infine un'altra ancora, c'era una storia che ricominciava sempre sotto un cielo di stelle a pois...
Nel paese di
Di andrew postato il 17/01/2012 16:26:01
Nel paese di Musicalandia non esistevano case con citofoni, telefoni, campanelli. Perfino la chiesa era senza campane. Per comunicare tra di loro gli abitanti conoscevano un solo modo: usare gli strumenti musicali. Per consegnare le raccomandate, il postino suonava il trombone; per annunciare la messa, il parroco soffiava nel corno; quand'era giorno di mercato, gli ambulanti percuotevano i piatti della batterie con le bacchette. A Musicalandia tutti erano musicisti, anche il vigile con il suo fischietto...

Informazioni su: Vik and The Doctors of Jive a Milano

+39 02 69016888
Concerto Jazz/Blues/Soul
domenica 22 gennaio 2012
Isola
VIa Pietro Borsieri - 20159 Milano
Euro 23
Ore 21

Indirizzo Vik and The Doctors of Jive Milano

Indirizzo: VIa Pietro Borsieri - 20159 Milano
Metro: Zara - MM3 - MM5
Bus: 7, 11