Concerto

Idris Ackamoor

Uno show in prima italiana. Tra jazz, ritmi afro e funk

Concerto Jazz/Blues/Soul
domenica 11 novembre 2012
+39 02 7636901
Teatro Manzoni
ATTENZIONE: Evento scaduto
Domenica 11 novembre, al Teatro Manzoni, Aperitivo in Concerto con Idris Ackamoor. In prima italiana, il sassofonista si esibisce assieme a The Pyramids, il gruppo con cui negli anni Settanta ha realizzato una serie di registrazioni musicali che testimoniano il forte legame tra il jazz e la cultura africana. Grazie a una lunga permanenza in Paesi quali l'Uganda, l'Etiopia, il Ghana, il Marocco e il Kenya, Ackamoor e la sua band sono capaci di proporre un vero e proprio show fatto di musica, ritualità e improvvisazione. Tra jazz, ritmi afro e scansioni funk.
© Copyright Milanodabere.it - Tutti i diritti riservati
SCRIVI & VINCI CON LA COMPETITION
2 Biglietti Omaggio
Descrizione:
Idris Ackamoor, assieme a The Pyramids, propone un jazz fortemente contaminato da ritmi afro e funk. Quale brano jazz rivisitereste in chiave africana e perché? Vince due biglietti per il concerto il commento più interessante.
Scadenza: 07/11/2012 alle 23.59
Visualizza tutte le Competition
COMPETITION SCADUTA
Ha Vinto: Equator
Commento: Un arrangiamento afro per Cantalupa island di Herbie Hancock e' adatto al cuore funky di questo brano dalla struttura semplice nel tema, quasi a lasciare spazio ad un'improvvisazione energica e percussiva. ldeale per batteria, congas vibrafono, marimba. strumenti etnici e perche' no, voce, rigorosamente afro.
Presenti 10 commenti.
Raccontami una storia
Di Giovanna postato il 07/11/2012 12:06:53
It takes to two Tango. Armstrong con le sue origini afro-americane lo sapeva bene. Bisogna essere in due per ballare il tango, cosiccome per ascoltare il jazz. Condividere un'emozione è più stimolante che viverla.
black jazzzz
Di claretta postato il 05/11/2012 16:06:42
' Black market' di jaco pastorius sarebbe molto interessante perchè la creatività al basso di pastorius è unica e inconfondibile ma si sposa benissimo con qualsiasi genere!
jazzz in chiave africana
Di rosetta postato il 04/11/2012 20:13:01
take five...perché secondo me si presta parecchio a quelle sonorità e poi perché sarebbe ancora più travolgente!
italian afro style
Di simona postato il 04/11/2012 19:55:34
mi piacerebbe chick corea...che pur essenso di origini italiane ha avuto tanti piccoli inserimenti nell'african style
Ella
Di Federico postato il 02/11/2012 23:13:37
Ella. Sarò breve per non annoiarvi. Ella Fitzgerald secondo me rappresenta una delle voci più belle ed emozionanti del secolo appena trascorso, avrei potuto elencare decine di sue canzoni, da Summertime o Dream a little dream of me, ma ho scelto Cry me a river, una perla, meno conosciuta delle precedenti, ma intensa e meravigliosa, If my pillow could talk , se il mio cuscino potesse parlare...Could it be a river of tears...sarebbe un fiume di lacrime. Ella è una stella che brilla e illumina il firmamento della musica mondiale.
Drumsdream
Di Equator postato il 01/11/2012 23:25:23
Un arrangiamento afro per Cantalupa island di Herbie Hancock e' adatto al cuore funky di questo brano dalla struttura semplice nel tema, quasi a lasciare spazio ad un'improvvisazione energica e percussiva. ldeale per batteria, congas vibrafono, marimba. strumenti etnici e perche' no, voce, rigorosamente afro.
cabo verde
Di rowena postato il 30/10/2012 21:26:59
penso che un magnifico esempio di fusion jazz-africa sia la musica di cabo verde
ojalà!
Di rowena postato il 30/10/2012 21:14:41
sarebbe magnifico assistere al concerto, un brunch di buona musica, il malinconico ricordo di un attimo felice ...
Mario & Idris
Di sally postato il 29/10/2012 21:04:11
.... il nostro caro Mario Biondi con "Be lonely" e un bel arrangiamento afro jazz funky! Il calore della Sicilia e le sonorità africane: un bel mix!
A Night in Tunisia e un po' di afrobeat
Di andrea postato il 29/10/2012 14:55:18
Jazz e Africa? Non posso non pensare, a cominciare già dal titolo, a uno dei più celebri standard di questo genere musicale: "A Night in Tunisia", che fu composto 70 anni fa dal grandissimo Dizzy Gillespie e che poi fu rivisitato da moltissimi altri musicisti, tra cui Charlie Parker e Art Tatum. Proprio quest'ultimo (confesso, l'ho letto su Wikipedia) ha raccontato di essere stato presente quando Gillespie creò questo brano, percuotendo...un bidone della spazzatura. Percussioni & Africa: un binomio perfetto. E, anche se Fela Kuti ci ha lasciato, mi piacerebbe rivisitare "A Night in Tunisia" in chiave afrobeat: con una spruzzata di funky, il richiamo del Continente Nero diventerebbe irresistibile.

Informazioni su: Idris Ackamoor a Milano

+39 02 7636901
Concerto Jazz/Blues/Soul
domenica 11 novembre 2012
Centro
Via Manzoni, 42 - 20121 Milano
Euro 12 + prevendita
Ore 11

Indirizzo Idris Ackamoor Milano

Indirizzo: Via Manzoni, 42 - 20121 Milano
Metro: Montenapoleone - MM3
Bus: 1