Principe Bar, espressione di qualità all’italiana

Viaggio nel lounge bar del Principe Savoia alla scoperta dei drink (classici, twist e signature) abbinati a sfiziosi finger food

La regia è straniera, ma atmosfera e stile che esaltano l’ambiente e saltano subito all’occhio sono italiani. Ed è proprio quel definito e ricamato spirito italico che il Principe Bar vuole trasmettere ai suoi avventori. Il lounge bar dell’albergo cinque stelle Principe di Savoia esalta il made in Italy nei suoi arredi, ma anche nell’offerta sia al bancone a base di sfiziosi e saporiti appetizer in abbinamento ai drink. In entrambi i casi ingredienti e materie prime sono riferite al Bel Paese.

Layout elegante e ‘locale’

Prima di soddisfare il palato, vale la pena soffermarsi ed esplorare l’arredamento della location. L’architetto, come suddetto, non è italiano. L’intero layout è stato progettato da Thierry Despont, americano di origine francese, che senza scivolare in eccessi creativi ha miscelato stile classico e innovativo, con forte richiamo ai raffinati cocktail bar americani degli anni 70, rivisitati, appunto, secondo un’espressione italiana, come risulta dalla presenza di arredi rivestiti di tessuti di pregiata lana di produzione nostrana e pareti realizzate con marmi di Carrara.

Al centro della sala prende forma l’isola salotto in velluto sagomata che circonda un pianoforte a coda che, a sua volta, ingloba una moderna console da Dj. Ci si guarda intorno, si solleva il capo e lo sguardo è catturato dell’imponente lampadario composto da 3 mila pezzi unici in vetro soffiato firmato Maestri Vetrai di Murano. Lampadario replicato poi in miniatura al bancone, sotto forma di preziosa collezione di coppe/calici prodotta in esclusiva per il Principe Bar.

Molti cocktail strizzano l’occhio al Bel Paese: a prepararli il barman brianzolo Daniele Confalonieri

Il giovedì l’aperitivo è made in Italy

Al bancone, a dirigere le operazioni, troviamo Daniele Confalonieri, 44 anni, bar manager brianzolo, un curriculum impreziosito da esperienze lavorative all’estero presso alcuni rinomati locali e lounge bar di catene alberghiere stellate. Un expertise riconosciuta che lo rende un punto di riferimento per il cliente alla ricerca del drink ideale per la serata. Confalonieri è in primis un grosso appassionato (ovviamente) di mixability, ma la sua attenzione si è spostata negli ultimi anni anche verso il food e di conseguenza sullo studio dell’abbinamento cibo&drink.

Proprio quest’accoppiata ha decretato il successo dell’Aperitivo Italiano, l’appuntamento fisso del giovedì, quando a partire dalle 19 il tricolore si dispiega sul Principe Bar. Non una serata come le altre, ma un momento di allegria e convivialità, condito da un sottofondo sonoro di successi musicali italiani degli anni 70, 80 e 90. Oltre a vari accompagnamenti food composti da stuzzichini sfiziosi cucinati con materie prime italiane, il rendez-vous del giovedì è anche un’occasione per rilanciare il bere all’italiana. Se Campari Spritz e Negroni sono due proposte che tutti bene o male conoscono, le altre signature firmate dal bar manager sono un cordiale invito a scoprire i sapori del territorio.

Quattro le ricette che compongono la lista del cocktail proposti ad hoc per l’aperitivo italiano. Apre le danze l’Alegher, dove lo zenzero abbraccia Campari, Martini Rosso e ginger beer. Duplice omaggio, poi, alla Milano da bere: In Galleria è un mix di sapori a base di zucca, orange bitter, fiocchi d’arancia ‘orange flakes’, mentre con il Meneghino il bartender del Principe Bar fa ricorso a un elegante mix frutta/vino inserendo nel bicchiere Aperol, purea di pesca, orange bitter, calice di Cà del Bosco, con aggiunta finale di schiuma di pesca. Infine, sempre con dichiarato riferimento all’essenza italiana, la drink list annovera tra le sue fila il Rosemary, cocktail ottenuto con emulsione di pomodoro pachino, vodka al rosmarino, una vaporizzata di essenza di limone e in ultima battuta un’aggiunta di un mix speziato di peperoncino, tabasco e worcester.

Non c’è pairing senza food

Si sorseggia il cocktail e per rendere l’esperienza ancora più saporita, dalla cucina del lounge bar esce la collezione di finger food all’italiana. Un assaggio qua e là per soddisfare l’appetito. I vassoi si riempiono di delizie. Crostini sui quali si crea un assemblaggio a base di patè di olive, carciofini e mozzarella, rappresentano l’entrée a cui seguono tartellette con crema di ceci, pomodorino e pistacchio. L’attesa dura il tempo dell’assaggio e la portata successiva s’immerge nelle tipicità locali con gli arancini napoletani, serviti in accoppiata con calamari e zucchine fritte. Il menu food dell’aperitivo italiano si conclude poi con un’insalata di polpo, fagiolini e olive taggiasche e con una tartare ridotta di fassona. Il tutto circondato fin dall’inizio da un tagliere di salumi italiani.

Informazioni
+39 0262301
Repubblica
Piazza della Repubblica 17, Milano
Economico
Dove
Mappa