La Pinacoteca di Brera a Milano

Pinacoteca di Brera, la galleria nell’omonimo Palazzo

Alla Pinacoteca di Brera, museo di fama mondiale, i capolavori di Raffaello, Piero della Francesca, Caravaggio e Van Dyck

Nella cornice tardo barocca del Palazzo Brera ha sede l’omonima Pinacoteca. Qui si trova tutto lo splendore e il talento dell’arte italiana. La Pinacoteca di Brera ospita oltre 400 opere, dal Trecento alle avanguardie che rappresentano l’affermarsi dell’arte italiana in tutto il mondo. Il palazzo ospita anche la Biblioteca Nazionale Braidense, l’osservatorio di Brera, l’Orto Botanico, l’Istituto Lombardo di Scienze e Lettere e l’Accademia di Belle Arti.

La storia della galleria

La Pinacoteca di Brera venne ufficialmente istituita nel 1809, sebbene una prima raccolta di opere fosse già presente a partire dal 1776. Si amplia negli anni successivi, con finalità didattiche, a fianco dell’Accademia di Belle Arti voluta da Maria Teresa d’Austria. 

A causa dei pesanti bombardamenti che colpirono Milano nel 1943, Palazzo Brera rimase molto danneggiato. La Pinacoteca, con un nuovo allestimento di Pietro Portaluppi, riaprì nel 1950. Negli anni Settanta, Emilio e Maria Jesi donarono al museo alcune opere dei maggiori artisti del primo Novecento, fra cui Boccioni, Braque, Carrà, De Pisis, Marino Marini, Modigliani e Morandi. Una parte della collezione di Lamberto ed America Vitali fu affidata al museo nel 2001.

Le collezioni della Pinacoteca

Le collezioni includono diversi dipinti requisiti in età teresiana prima e napoleonica poi. Fra le opere vi sono il celebre Sposalizio della Vergine di Raffaello Sanzio, la Pietà di Giovanni Bellini, il Cristo morto di Andrea Mantegna e dipinti dei pittori fiamminghi Rubens, Joardens, Van Dyck e Rembrandt. Da chiese milanesi e lombarde sono giunti inoltre affreschi di autori quali Bernardino Luini, Gaudenzio Ferrari, Vincenzo Foppa, Bergognone e Bramantino. Vi sono importanti opere di Correggio, Pietro Longhi, Piazzetta, Tiepolo, Canaletto e Fattori, nonché la Cena in Emmaus di Caravaggio e il Pergolato di Silvestro Lega, acquistati grazie all’Associazione Amici di Brera e dei Musei milanesi. 

Caffè Fernanda

A conclusione dei lavori di restyling delle 38 sale espositive della Pinacoteca viene inaugurato, all’interno del museo, il “salotto dei milanesi” a Caffè Fernanda. Elegante e arredato con opere d’arte, è il primo bar della Pinacoteca di Brera. Il nome è un omaggio alla direttrice Fernanda Wittgens, prima donna in Italia a ricoprire un ruolo istituzionale di tale importanza. Scopri di più.

Informazioni
+39 02 722 63264
Visita il sito web
Centro
Via Brera, 28 - Milano
Economico
Lunedì chiuso; martedì, mercoledì, giovedì, sabato e domenica dalle 8.30 alle 19.15; venerdì dalle 8.30 alle21.15
Email
Mappa