Mama Eat

Mama Eat, cucina romana-napoletana dove ogni piatto è anche gluten free

Mama Eat ha aperto il suo primo punto vendita a Milano. La cucina è un mix Napoli-Roma e ogni piatto è preparato (anche) senza glutine

Mama Eat racchiude nel nome la sua storia. Questa catena nata esattamente venti anni fa a Napoli è ‘figlia’ di un disturbo alimentare. In questo caso al glutine, nei confronti del quale Marcella Navarro scopre un giorno di essere intollerante. Ma lei è una grande appassionata di food. Per niente al mondo, pensa, i celiaci devono essere privati dei sapori del buon cibo. E così, decide di rendere concreto questo suo pensiero e apre nel capoluogo campano il suo primo ristorante con doppia cucina a base di piatti partenopei e romani, cucinati sia nella versione tradizione sia in quella gluten free. Una formula vincente che avvia un percorso di espansione dell’insegna. Il secondo locale sorge nel 2009 a Roma nel quartiere di Trastevere.

Non sazia, Marcella prosegue per le vie romane, spostandosi questa volta a Borgo Pio dove inaugura un altro punto vendita in stile street food con servizio take away. Nell’ottobre del 2018 l’insegna esordisce anche a Milano in Via Procaccini 32.


Altre nuove aperture sono già state programmate: l’estero nell’arco di un paio di stagioni e a breve Firenze e Venezia, a cui si aggiungerà un bis meneghino la cui location è stata individuata in zona Porta Romana.

In cucina la tradizione napoletana e romana. E spesso le due s’intrecciano l’una con l’altra

Da Mama Eat si cucina quindi ogni piatto anche nella versione senza glutine. La tradizione gastronomica seguita rimane quella adottata all’esordio, vale a dire napoletana e romana, e il ristorante spesso amalgama i due stili. Il tutto osservando il claim dell’insegna che recita ‘Gusto, qualità e tradizione‘, tre caratteristiche che la fondatrice della catena riconosce nelle tipicità del mondo food campano e capitolino.

A parlarne è Roberto Zeccolini, uno dei due figli di Marcella, che a soli 23 anni e con una laurea in Bocconi in tasca ha fatto di recente il suo ingresso nell’azienda con il compito di curare gli aspetti di marketing e di business development di Mama Eat. Non è celiaco, al contrario di sua sorella, e sa bene che il capoluogo lombardo è un banco di prova importante. “Milano era in agenda da tempo – dichiara Roberto –, soprattutto da quando ci siamo accorti del grande numero di richieste da parte di clienti che frequentano i nostri altri punti vendita. Una domanda che tornava spesso… ‘Perché non aprite a Milano?’. Ci hanno convinto e, inoltre, la Lombardia gode di un ottimo supporto da parte delle istituzioni politiche locali in tema di intolleranza al glutine, mentre proprio in questa Regione si registra il maggiore numero di persone che sono affette da questo genere di disturbo alimentare”.

Da metà giugno nel ristorante milanese si aggiungerà uno spazio esterno

In Via Procaccini la location ha una superficie di 180 metri quadri a cui se ne aggiungono altrettanti per uso magazzino. I posti a sedere sono 105 ed entro metà giugno sarà reso operativo il dehor esterno che ne accoglierà ulteriori 20. In cucina domina dunque la tradizione. Le materie prime sono tutte lavorate internamente al locale e sono garantite dall’Aic (Associazione Italiana Celiachia). Sul fronte antipasti spiccano squisiti arancini non a forma classica di cono, bensì allungati in stile ‘polpettone’ e cucinati nella duplice versione al pistacchio e ragù, mentre i primi piatti affondano le radici nelle tipicità, come la pasta con patate e provola e il tonnarello cacio e pepe. I secondi, a loro volta, spaziano tra terra e mare. Ogni mese, poi, il ristorante seleziona un prodotto di stagione che utilizza come ingrediente portante in più ricette.  E a elaborarle di persona è mamma Marcella.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Informazioni
02 2416 8335
Visita il sito web
Zona Sempione
Via Procaccini, 32 - Milano
n.p.
Da lunedì alla domenica dalle 12:00 alle 24:00
Email
Mappa