Ichikawa

L’autentico Giappone in tavola firmato dallo chef Ichikawa (ex lyo)

Si chiama Ichikawa ed è un nuovo ristorante al 100% made in Japan. Alla regia lo chef stellato che ha scelto di dare il suo nome al locale

Lo chef Ichikawa torna in cucina. E lo fa inaugurando un ristorante che, dal punto di vista del nome lascia poco spazio alla fantasia, avendo scelto il suo, ma che sul fronte culinario si annuncia ricco di saporite sorprese. Bentornato quindi a Haruo Ichikawa. Il  cuoco giapponese salito alla ribalta cinque anni fa quando, a capo della cucina del lyo, è riuscito a ottenere una storica stella Michelin. Primo caso assoluto di ristorante straniero stellato in Italia. Un idillio che ci è concluso nel 2017 e che successivamente ha visto l’esperto chef vestire i panni di consulente per alcuni nuovi progetti ristorativi a Milano.

Dopo la consulenza quindi, è ora di nuovo tempo di indossare la divisa del cuoco e riappropriarsi degli utensili del mestiere per ideare ricette personali e innovative. Il ristorante Ichikawa è stato inaugurato da alcuni giorni in Via Lazzaro Papi e, oltre allo chef nipponico, la compagine che ha dato vita al progetto è composta da un trio tutto milanese di quarantenni composto da Giorgio Capelli, Stefano Legnani e Paolo Peri. Questi ultimi due sono proprietari della pizzeria La Sedici inaugurata tre anni fa a Barcellona e inserita quest’anno, da parte della stampa spagnola locale (El Periodico e Time Out), tra le migliori dieci pizzerie della città catalana.


Ogni singola ricetta guarda al Sol Levante e viene rivisitata secondo il volere di Ichikawa. Lo chef prepara anche piatti ad personam, a seconda dei gusti dichiarati dal commensale

Ichikawa è quindi un ristorante che si attiene rigorosamente alla cultura culinaria nipponica. La sua lunga esperienza in cucina gli concede la facoltà di rivisitare alcuni piatti tipici del Sol Levante. Aggiungendo un pizzico di personale modernità. In questa prima fase il menu del ristorante è ancora in elaborazione e la proposta di base verte su una preparazione composta da 6 portate che variano quotidianamente.

Ichikawa ogni giorno pensa a come cambiare le ricette di questo menu degustazione, ascoltando prima quelli che sono i gusti personali del commensale – ci ha spiegato Paolo Peri –. ‘Ichi’ sta facendo un grosso lavoro sulla ricerca delle materie prime, affidandosi a una serie di fornitori e importatori che assicurano il meglio della qualità. Le sue portate sono studiate e basate su pregiati ingredienti tipici del Giappone come, per esempio, i funghi shitake, le patate Taro, i germogli di bambù e molto altro ancora che non sveliamo per non rovinare la sorpresa”. Il costo di questo menu è di 90 euro a testa. Comprende anche un paio di portate di sushi e sashimi, mentre le bevande sono escluse.

Il ristorante ha una superficie totale di 120 metri quadri. All’ingresso è stato posizionato un banco in grado di accogliere 8 posti a sedere. Procedendo all’interno della location si accede alla saletta allestita con tavolini per una ventina di coperti. Con l’arrivo della prossima primavera e relativi primi caldi, i proprietari hanno intenzione di aggiungere un dehor che avrà la funzione di essere il luogo prescelto per assaggiare quello che sarà l’aperitivo di Ichikawa.

Ichikawa
Il bancone centrale del locale dove lo chef Ichikawa cucina i suoi piatti legati alla tradizione giapponese che lui stesso rivisita in chiave moderna

Vini italiani selezionati, a cui si affianca una ricca proposta di spirit e liquori di produzione giapponese

Sul fronte dei vini, Ichikawa ha affidato le operazioni alla sommelier Sandra Ciciririello che ha creato una wine list con una ventina di vini in prevalenza italiani. La stessa Ciciririello, dopo avere lavorato per anni da Alice (oggi trasformato in Viva, leggi qui), ha da alcuni giorni inaugurato 142, locale polifunzionale che ha aperto i battenti in Corso Cristoforo Colombo.

Da Ichikawa risulta inoltre ricca la proposta di liquori e distillati. Whisky, vodka, gin, sakè, umeshu e yuzo. Tutto assolutamente made in Japan. Non è prevista la somministrazione di cocktail. L’appuntamento con la miscelazione è rinviato, come fa sapere Paolo Peri, alla prossima estate.

Informazioni
+39 0247750431
Visita il sito web
Porta Romana
Via Lazzaro Papi 18 - MIlano
Elevato
Dalle 20 alle 23. Chiuso il lunedì
Mappa