villa collegio della guastalla

Collegio della Guastalla: cultura, arte e natura alle porte di Milano

Immersa in un parco, a Monza sorge Villa Barbò Pallavicini, attuale sede del Collegio della Guastalla, istituto con ordini di scuola di ogni grado, dal Nido al Liceo

Appena fuori Milano, immersa nel verde, si trova Villa Barbò Pallavicini, prestigioso edificio neoclassico costruito nei primi anni dell’Ottocento. Questa struttura, che si trova a Monza, dal 1938 ospita il Collegio della Guastalla, una delle più antiche istituzioni scolastiche europee. La Villa è inoltre dotata di un vasto parco di 43.000 mq, in cui si possono ammirare piante secolari. Inoltre, all’interno della Villa, è conservata una collezione di opere d’arte rare e di prim’ordine.

Paola Ludovica Torelli, Contessa di Guastalla, fondò il Collegio a Milano nel 1557. Ecco la sua storia.

La storia del Collegio

Nella prima metà del 1500 viveva a Guastalla una contessa, Lodovica Torelli, che a soli 26 anni era rimasta vedova per due volte. Il primo marito era morto combattendo per i Visconti, mentre il secondo era stato accoltellato in una faida familiare da parenti che volevano impossessarsi delle terre di Lodovica. Temendo per la propria vita, la contessa si trasferì a Milano dove, per non dare nell’occhio, si muoveva vestita da uomo e con una scorta di guardie armate. 

La vita milanese della Contessa

La Contessa, già molto benestante, decide di vendere il feudo di Guastalla ai Gonzaga, signori di Mantova, per una cifra che oggi si definirebbe miliardaria, e diventa ancora più ricca. La sua vita milanese è fatta di agi e divertimenti: feste e viaggi, servitù, splendidi palazzi, vestiti lussuosi…

Un’estate, per cercare un po’ di fresco, entra nella chiesa di Santa Maria delle Grazie, il cui refettorio era stato affrescato da Leonardo Da Vinci, che aveva pochi anni prima terminato l’Ultima Cena.

Il Collegio della Guastalla visto dal giardino
Una parte del Collegio vista dal parco (guastalla.org)

Tutto cambia grazie a un frate

Lodovica in Chiesa ascolta le parole di un frate, il quale dice che aiutare gli altri può rendere più felici di quanto facciano le ricchezze, i vestiti e i palazzi sontuosi. Da quel momento, la contessa decide di fare qualcosa che resti. La sua opera più innovativa è la creazione di una scuola. Al tempo, le giovani di famiglie nobili decadute erano destinate a finire in convento, come la Monaca di Monza, la cui triste storia è descritta ne I promessi sposi.

Lodovica (che cambia il suo nome in Paola), decide di aprire una scuola, pagando l’istruzione delle ragazze povere fino ai 18 anni, e dando loro la dote perché possano sposarsi. Una scelta malvista dagli ordini religiosi, ma che lei difende a spada tratta, ponendo il Collegio sotto la tutela del Re di Spagna, mettendola al riparo da ogni attacco.

Fa costruire un palazzo appena fuori le mura, che si affaccia sul Naviglio. Acquista terre e fattorie fuori città, in modo che carni e verdure arrivino direttamente al Collegio e fa scavare una piccola peschiera alimentata dal Ticino – che ancora oggi è visitabile all’interno dei Giardini della Guastalla, accanto all’Università Statale, in centro a Milano – dove allevare i pesci per la tavola.

In poco tempo il “Collegio della Signora” (così lo chiamano i milanesi) diventa un’opera talmente stimata, che il Re di Spagna lo esenta dalle tasse e gli affida le orfane dei soldati spagnoli caduti in Italia.

Il Collegio della Guastalla e il suo giardino
Il Collegio della Guastalla e il suo parco (guastalla.org)

Il trasferimento a Monza

Il tempo passa, Lodovica non c’è più, ma il Collegio rimane e dal 1938 si trasferisce a Monza, con la sede nella Villa Barbò Pallavicini, edificata nel 1815. Ai tempi si utilizzava come cascina. Questa nuova sede viene sopraelevata di un piano e viene dotata di nuovi elementi, come un teatro e la cappella che contiene le spoglie della fondatrice.

Il Collegio della Guastalla oggi

Oggi, dopo quasi cinque secoli dalla sua fondazione, la struttura – tutt’oggi luogo di cultura – accoglie scuole di ogni grado, dal Nido dei due anni fino al Liceo Scientifico. E continua a occuparsi con coerente progetto culturale ed educativo della crescita umana e cristiana delle giovani generazioni.

Leggi anche:
Guastalla Summer Sport 2019, il programma

Informazioni
+39 039740470
Visita il sito web
Monza
Viale Lombardia, 180 – 20900 Monza (MB) - Monza
n.p.
ORARI SEGRETERIA Da lunedì a sabato: 8.00 - 10.30 martedì e giovedì: 15.30 - 16.30
Email
Mappa