Gobino

Cioccolato e ‘friandises’: Guido Gobino alla conquista di Corso Magenta

Apre una seconda bottega Guido Gobino. Tradizione dolciaria piemontese, con un ‘detour’ anche verso quella di stampo francese

Guido Gobino e i suoi dolci sapori artigianali raddoppiano a Milano. La nota insegna torinese, particolarmente apprezzata per la produzione di gianduiotti – nonché la preferita di Giorgio Armani per il quale Gobino da quest’anno realizza in esclusiva la linea Armani/Dolci -, ha aperto in Corso Magenta 36. Si tratta della seconda location milanese che si va quindi ad aggiungere a quella già esistente dal 2011 in Corso Garibaldi 39. Con Corso Magenta si sperimenta anche il concetto più ampio di pasticceria, mentre con la prima era un discorso unico di cioccolateria.

Breve accenno storico per capire di chi parliamo: nel 1950 Giuseppe Gobino entra a far parte di un’azienda che raffinava cioccolato; nel 1964 assume il ruolo di responsabile di produzione del laboratorio torinese in Via Cagliari e ne diventa titolare; nel 1985 Giuseppe consegna il testimone nelle mani di suo figlio Guido che prosegue quel percorso di sviluppo e crescita dell’azienda, fino a dare vita a una delle pasticcerie più rinomate del capoluogo piemontese.


Al bancone il meglio della tradizione dolciaria sabauda…

Praline, tourinot, ganache e molte altre tipicità golose legate principalmente alla tradizione golosa sabauda e in generale piemontese, infarciscono l’offerta del nuovo locale. Una location che, dall’esterno, richiama i colori portanti dell’azienda torinese. Il nero colora la boiserie e si lascia avvolgere dall’arancione delle tende. Arancione che, fin dagli esordi, è l’elemento cromatico distintivo dell’insegna Guido Gobino.

Varcato l’ingresso, l’attenzione è catturata (oltre che dai numerosi dessert che impreziosiscono i vari banconi della location) da un design lineare e curato. L’utilizzo dei materiale per l’arredo si relaziona al legno di toulipier in bacchette a mezzo toro inchiodate una ad una sul posto, proprio come si faceva una volta, per l’area dedicata alla vendita di cioccolato e pasticceria. Il marmo bianco screziato in nero, invece, personalizza l’area snack e colazione.

Entrambi i materiali si incontrano nella caffetteria dove si possono sperimentare le miscele di caffè Lavazza associate ai blend di cacao più pregiati del cioccolato firmato Guido Gobino.

… ma anche la Francia ha la sua dolce rappresentanza

Se il Piemonte è assoluto riferimento delle ricette proposte, il nuovo locale in Corso Magenta si concede anche un ‘detour’ verso la tradizione pasticcera francese. In questo caso, il palato è stuzzicato da croissant, pain au chocolat, tartelette, savarin e altri gustosi gateaux & friandises di transalpina origine. Le ricette sono proposte nel formato mono porzione, ideali per una colazione al banco che non sia troppo eccessiva in tema di zuccheri e calorie.

Da aggiungere anche l’offerta realizzata per pranzi veloci e aperitivi serali. A mezzogiorno Guido Gobino prepara panini e croissant salati tutti direttamente preparati nel laboratorio interno alla location. In zona happy hour entra in scena il vermouth. Il noto vino invecchiato e aromatizzato, che sotto la Mole ha le sue origini, è proposto come ingrediente di base per saporiti cocktail. E non solo, la pasticceria lo propone in abbinamento a ricette dolci come la crema ganache, dando vita a un abbinamento must della tradizione gastronomica piemontese.

5 INDIRIZZI GOLOSI APERTI DI RECENTE A MILANO: 

Informazioni
Visita il sito web
Magenta
Corso Magenta 36 - Milano