Cenerè rinasce dalle sue ceneri e si affida in cucina a Gabriele Faggionato

Cenerè riapre dopo il fallimento della precedente gestione. Una seconda vita che punta sulla cucina di Faggionato, allievo di

Rinascere con nuova proprietà, chef e staff. E quello che avviene con il ristorante Cenerè che, dopo sei mesi di chiusura forzata causa fallimento della precedente gestione, ha riaperto i battenti sempre in Piazza Virgilio 3..

L’attività è stata rilevata ed è passata nella mani di Milano Restaurant Group. Parliamo di un gruppo che, a Milano con la new entry rappresentata da Cenerè, annovera oggi nove diversi ristoranti. Con il nuovo progetto, dunque, si è deciso di affidare le operazioni in cucina a Gabriele Faggionato, 33 anni di Vicenza, cresciuto professionalmente alla corte di Carlo Cracco. Proprio attraverso il noto chef, Faggionato si è fatto conoscere, distinguendosi ai fornelli della cucina di Garage Italia e successivamente in quella di Carlo e Camilla in Duomo.


Prezzi accessibili e piatti lineari: il nuovo ristorante punta sulla versatilità

L’esordio del cuoco a Cenerè è quindi caratterizzato da un approccio discreto, inteso come volontà di elaborare una serie di piatti versatili che andranno, con il trascorrere delle settimane, assumendo nuove sembianze per variegate le sensazioni di gusto.

‘’Ho deciso di impostare il menu iniziale basandolo su ricette lineari e non eccessivamente complicate, in maniera che possano soddisfare le esigenze di un ampio pubblico – ha spiegato Faggionato a Milanodabere.it –. Mi piace molto l’idea di rendere tutto accessibile, sia a livello organolettico, sia in termini di prezzo. Cenerè è un locale raffinato ed elegante, ma non vuole essere per forza di cose esclusivo’’.

La cucina proposta si allinea dunque ai canoni dell’italianità e milanesità delle ricette. Faggionato propone alcuni sue signature frutte delle sue esperienze passate. Tra queste il Risotto dell’Avvocato (18 euro) con risotto al tè nero affumicato, scampi e limone, così come compare à la carte la Caponata (12 euro) con verdure, creme di peperoni al latte di cocco, caviale di melanzane, polvere di oliva, capperi e basilico.

Cenerè
La Caponata by Faggionato, uno dei piatti must dello chef vicentino e oggi presente nel menu di Cenerè

Possibilità anche di ordinare pizza, con una serie di ricette preparate con ingredienti biologici e cotti in forni a legna, a un prezzo che va dagli 8 euro della Marinara ai 15 per la ricetta con zucca e tartufo.

Se il cambiamento caratterizza a livello di servizio e offerta la seconda vita di Cenerè, lo stile del luogo, dal canto suo, è rimasto immutato. La superficie è di 200 metri quadri di superficie e conta circa 110 posti a sedere. A livello di layout si distingue l’intonaco applicato ai muri ottenuto con mescola di sabbia, cenere e silicio, così come il progetto di rilancio del ristorante ha optato per la conservazione di alcuni materiali strettamente legati al mondo cibo, come il sughero delle pareti e il ferro e pietra dei tavoli.

RISTORANTI RECENTEMENTE APERTI A MILANO: LEGGI QUI

Informazioni
+39 0284216488
Visita il sito web
Cadorna
Piazza Virgilio 3 - Milano
Medio
Da lunedì alla domenica: 12:00/15.00, 19:30/23:30
Email

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/nicolaa2/public_html/wp-content/themes/milanodabere/functions.php on line 148