El Pecà

Cambio di rotta per il ristorante El Pecà: da adesso ricette ittiche e cocktail d’autore

El Pecà di Via Orti cambia pelle: piatti gourmet a base di pesce, drink firmati da noti bartender e vini di piccole cantine emergenti

El Pecà, dal meneghino ‘il peccato’. In questo caso è di gola e il nome fa riferimento al ristorante che da alcuni mesi ha cambiato pelle, ma non location situata sempre in Via Orti 7. Una via particolare che, rimanendo nel mondo peccaminoso e della trasgressione, intorno agli Anni ’30 era conosciuta come zona a luci rosse di Milano. Tutto ciò avveniva prima dell’entrata in vigore della legge Merlin.

El Pecà già esisteva, ma ora ha cambiato proprietà, menu e atmosfera

Il locale nasce sotto la direzione del suo titolare Filippo Cadeo, classe 1980, figlio di Cesare, noto presentatore televisivo milanese mancato alcuni mesi fa. Lo stesso Filippo ha creato El Pecà lo scorso autunno, insieme a una società di cui era lui stesso socio. Dopodiché, Filippo ha deciso di rilevare l’insegna e rilanciarla sotto nuove vesti e format. Il suo sforzo trova compimento finale oggi con una nuova compagine societaria.

Nel progetto sono quindi entrati il giornalista Carlo Carnevale (esperto di beverage), mentre a capitanare la cucina del ristorante è stato reclutato il giovane Romeo Poltronieri, nato e cresciuto sotto la guida di Carlo Cracco.

Il menu è stato rivisto, così come il layout e l’arredamento

Innanzitutto, il locale, come oramai è consuetudine nella ristorazione moderna e contemporanea, oltre allo spazio ristorativo con tavoli e sedie, si avvale anche di un bancone dedicato alla miscelazione. Qui si trova in pianta stabile il bartender dominicano Gabriel Garcia.

Sommando le aree, El Pecà è uno spazio abbastanza ridotto con una superficie di 60 mq predisposta per accogliere 30 coperti. L’ambiente è casual e domina uno stile che rimanda all’iconografia marina.

Il pesce, per l’appunto, è il protagonista assoluto di una cucina creativa e mediterranea, dove la materia prima è selezionata direttamente da Cadeo. Tra le signature di Poltronieri da provare lo gnocchetto di patata viola con pesto morbido e gambero del Mediterraneo, o la Milanese di tonno con maionese alla bottarga. Guarda invece al concetto di contaminazione culinaria il Risotto Tabù con pistilli di zafferano, gambero di Mazara e liquirizia.
La cantina vini ruota, dal canto suo, su bianchi di qualità di piccoli produttori (in primis Pigato, Vermentino, Fiano), ma si apre anche ad aziende vitivinicole di piccola dimensione e con un’offerta interessante da scoprire. Bollicine di classe e rossi di carattere (Pinot Nero, Amarone) completano la gamma.

el pecà
Il menu del rinato El Pecà si concentra sulle specialità di mare e su piatti ittici rivistati in chiave gourmet dalla chef del locale

Al bancone drink internazionali firmati da autorevoli mixologist

Al bancone il barman Gabriel Garcia trasmette il calore dominicano delle sue terre e interpreta una drink list firmata da alcuni noti bartender. I cocktail sono un viaggio nei sapori. Un giro a Napoli per L’Americano Napoletano della barlady Patrizia Bevilacqua, ma anche oltreoceano con il Sunset Boulevard di Marco Riccetti del locale Inside di Torino. Le altre ispirazioni, nascono da drink di carattere asiatico firmati da Lorenzo Fallovo (del The Doping Club di Milano, Marianna Di Leo e Francesco Bonazzi del Mag Cafè sui Navigli che, invece, si ispirano alla cultura del bere miscelato messicano.

Pecà ha un posizionamento di prezzo che si aggira intorno ai 45 euro con tre portate ed escludendo i vini.

El pecà
Il ristorante ha uno spazio ridotto: 60 metri quadri di superficie, 30 posti a sedere e un bancone dove si preparano cocktail
Informazioni
+39 0224164750
Visita il sito web
Porta Romana
Via Orti 7 - Milano
Da lunedì al sabato dalle 12:00 all:1:30
Email