Particolare

Apre Particolare Milano, dove tra food e vini il dettaglio fa la differenza

Cucina italiana (e non solo), lista vini ampia con ‘outsider’ autoctoni. Particolare Milano è il ristorante che gioca sull’effetto sorpresa

Particolare Milano è un gioco a tre, dove ognuno mette a disposizione la propria expertise professionale. Chi in cucina, come lo chef Andrea Cutillo, chi in sala, ed è il caso di Luca Beretta, ed infine un terzo protagonista, Mino Traversi, che cura gli aspetti manageriali. Insieme hanno dato luogo a una sinergia sfociata in Particolare Milano , il nome che appunto hanno scelto di dare al loro ristorante appena inaugurato in Via Tiraboschi 5.

La cucina di base è italiana, ma alcune ricette hanno sapore internazionale

La location ha una parte interna con una superficie di un centinaio di metri quadri e 26 coperti, a cui si aggiunge un dehor esterno di 40 mq.


In cucina regna la contaminazione tra diverse culture gastronomica. Si punta all’effetto sorpresa con un mix di sapori capitanato da materie prime italiane, il cui approvvigionamento fa riferimento a produttori locali. Questo melange del gusto trova conferma in alcuni piatti must dello chef. Di questi, uno dei fiore all’occhiello sono i ravioli di farina di riso (asian style), preparati a forma di panzerotto (napoletano) e con ripieno in chiave meneghina, ovvero di ossobuco.

Particolare 1
Uno dei piatti forti di Particolare Milano: ravioli di farina di riso, a forma di panzarotto e con ripieno di ossobuco

Da Particolare Milano il menu degustazione è di 6 portate, ognuna con il proprio calice di vino

La cucina abbraccia poi ricette della nouvelle vague ittica, come la seppia cotta a bassa temperatura, spennellata con il suo nero, insaporita da lime e zenzero, per poi essere servita con piselli in crema e interi, con piccola aggiunta di una cialda anche in questo caso creata con il nero della seppia. Tutti i pesci cucinati da Particolare Milano sono certificati Friend of The Sea.

Procedendo verso il finale del pasto, il dolce del ristorante ha eletto come suo rappresentante il Tiramisù Particolare: alla canonica crema di mascarpone, si aggiunge gel di savoiardi cotti nel caffè che sono poi usati per comporre delle sfoglie croccanti, con classica spolverata conclusiva di cacao.

Previsto un menu degustazione a 60 euro che include anche un relativo calice di vino per ognuna delle 6 portate che lo compongono.

La carta dei vini è ampia: oltre ai nomi noti, sbucano gli outsider autoctoni

Rimanendo sul tema vini, le etichette sono selezionate dal sommelier Beretta che ha realizzato una carta unendo nomi noti del settore (soprattutto nel segmento bollicine) a piccole realtà pronte a conquistare il palato dei wine lover. Molto gettonati gli autoctoni, tra i quali si segnala il Baratuciat, la Slarina, il Piedirosso e il Gaglioppo. Complessivamente da Particolare Milano sono circa 200 le etichette presenti in cantina.

L’area cocktail, invece, è stata affidata alla barlady Anna Ardò, che ha pensato una drink list con 12 proposte, ondeggiando tra ricette classiche rivisitate e signature personali. Da aggiungere che l’aperitivo propone alcune preparazioni che derivano dal menu del giorno, per evitare appunto inutili sprechi.

A curare il layout ci hanno pensato gli architetti Rodolfo Sormani, Alessandro Tonassi e Matteo Ranghetti. Lo stile che hanno voluto ricreare all’interno della location strizza l’occhio agli anni ‘50 e ’60. Un ambiente confortevole, caratterizzato da (appunto) particolari che s’inseguono nei vari angoli della location, con giochi di luci soft e accostamenti cromatici.

Particolare 1
Il format di Particolare Milano conta anche uno spazio esterno di circa 40 metri quadri

Scopri qui altri ristorante appena inaugurati:

Salumeria Mazzone

Il Foyer

Altriménti

Basara

Amor

Informazioni
+39 0299266176
Visita il sito web
Porta Romana
Via Tiraboschi 5 - Milano
Medio
Da martedì a domenica dalle 12:00 alle 15:00 e dalle 18:00 all'1:00