Bun

Ad Arese inaugura il primo Bun, hamburgheria green & smash

Inaugurato Bun, eco-fast food che sposa tecnica smash e ‘beyond meat’. E c’è anche una proposta per gli amici a quattro zampe

Si chiama Bun e fonda la sua essenza sui trend del momento: sostenibilità, innovazione e millenium oriented. È la prima  hamburgheria inaugurata da alcuni giorno presso lo shopping distric ‘Il Centro’ di Arese. Un taglio del nastro a cui ne seguiranno nel breve periodo almeno altri 30 in tutta Italia, come reso noto da Danilo Gasparrini, amministratore delegato di questa neonata realtà in procinto quindi di diventare catena e che conta tra i suoi investitori azionisti del mondo della ristorazione commerciale. Nella compagine troviamo, tra gli altri, la famiglia Marzotto, Daniele Fiorentini (co fondatore del marchio ristorativo Dispensa Emilia) e Matteo De Brabant esperto di consulenza e marketing aziendale.

Parliamo dunque di ricette sostenibili, ovvero realizzate con carne proveniente da allevamenti selezionati. I creatori dell’insegna hanno coniato come claim ‘abnormal hamburgers’, inteso come modo diverso di approcciare il mondo delle hamburgheria. Da Bun, quindi, ogni proposta è cucinata con tecnica smash, nata e diffusa negli Stati Uniti, che consiste, spiegandola in breve, nel pressare in maniera sostenuta la carne nel momento della cottura. Così facendo si riduce la presenza di grassi. Un modo di preparare la carne che, a Milano, i consumatori e amanti di hamburger hanno già testato di persona recandosi, per esempio, presso l’insegna Five Guys.


La carne è cotta con tecnica smash, ma nel menu è presente anche l’hamburger vegetale ‘beyond meat’

Tornando quindi a Bun (termine usato per indicare il classico pane rotondo, soffice e mollicoso), il piatto di carne è servito nella canonica doppia fetta di pane americano, arricchito da salse abbondanti e alcune ‘segrete’ home made. Nel menu anche uno dei ‘casi’ del momento in tema di hamburger alternativi, vale a dire alcune versioni vegetali e dunque senza carne (beyond meat): stesso aspetto e sapore, garantiscono i titolari. Tra queste spicca la proposta proteic dove, al posto del pane, il contenuto è avvolto in fette di insalata. Per ribadire la sua green mission, il punto vendito di Arese è plastic free. Inoltre, per il personale si segue il progetto ‘Second Chance’ che consiste nel reclutare alcuni dipendenti per offrire loro una seconda possibilità di riscatto e integrazione sociale.

Incuriosisce poi la proposta per gli amici a quattro zampe: l’insegna prevede pet food per cani composto da ‘straccetti di burger’ tagliati e sbriciolati e serviti con un biscotto.

Il layout di Bun replica quello oggi in voga nei fast food di New York: semplice, essenziale e confortevole

Dal punto di vista dell’arredamento, Bun si appropria dichiaratamente di quello stile yankee moderno e oggi in voga oltreoceano. Il riferimento sono i locali easy food di New York. Per il layout di Arese, la location accoglie una scalinata che conduce all’interno dove gli arredi sono stati inseriti per risultare essenziali e garantire al cliente un contesto confortevole. Il target di riferimento sono i giovani, ma porte (ovviamente) aperte anche ai loro genitori che, in Italia, il mondo fast food, l’hanno visto nascere.

In cassa ogni cliente può scegliere tra tre diversi formati (single, double o triple), mentre 5 diversi topping (cipolla, cipolla fritta, pomodorino, cetriolo e insalata) sono aggiunti gratuitamente. I prezzi del fast food si posizionano leggermente al di sopra di quelli adottati dai principali fast food di hamburger

Informazioni
+39 0209945494
Visita il sito web
Via Luraghi (Arese, Mi) - Arese
Economico
Da lunedì alla domenica dalle 11:00 alle 22:00
Email

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/milanodabere.it/public_html/wp-content/themes/milanodabere/functions.php on line 148