Uniqlo Piazza Cordusio riceve un caloroso benvenuto

Uniqlo Piazza Cordusio nel giorno di apertura in Italia riceve da Milano un caloroso benvenuto. I grandi numeri dell’inaugurazione

Uniqlo Piazza Cordusio ha festeggiato il suo giorno di apertura e ha fatto le cose davvero in grande (noi c’eravamo: qui per sapere com’è andata!). Lo scorso 13 settembre infatti oltre 1.300 persone hanno atteso in fila per essere i primi a varcare le porte del negozio poco prima delle 10.00. Preseti all’apertura di Uniqlo Piazza Cordusio Mr Tadashi Yanai, il fondatore, e il nostro primo cittadino Beppe Sala.

Le dichiarazioni

La risposta del pubblico alla cerimonia di apertura di Uniqlo è stata entusiasmante. Più di 1.300 persone si sono messe in coda per  assistere alla performance dei percussionisti di Taiko. E per essere spettatori del taglio del nastro del Sindaco di Milano Giuseppe Sala e degli Ambassador della nuova campagna Today’s Classic. Siamo inoltre lieti che i clienti possano acquistare anche online, in lingua italiana“. Queste le dichiarazioni Alessandro Dudech, Direttore Generale di Uniqlo Italia.


Una linea di abbigliamento a prezzi accessibili

Uniqlo Piazza Cordusio offre una linea di abbigliamento a prezzi accessibili. Una selezione che comprende 50 colori di cashmere, il popolare piumino Ultra Light Down e un assortimento di articoli realizzati con tessuti naturali come l’Extra Fine Merino e il Jeans. Al secondo piano, ancora, la più grande sezione in Europa dedicata a UT, le T-shirt grafiche Uniqlo. Cittadini e turisti a Milano possono provarle raggiungendo la grande scala chiocciola, pensata per il negozio della nostra città. Oppure lasciandosi incantare dalla grande parete al centro dello store, dove un monitor trasmette scene di paesaggio giapponese.

Uniqlo Piazza Cordusio è aperto dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 20 e la domenica dalle 11 alle 20. Qui per il nostro racconto sulla cerimonia d’apertura dello store.

Scoprite anche:

Le iniziative di Uniqlo per il primo giorno di apertura
Inaugurazione Uniqlo Milano, ecco com’è andata