milano città verde

Una città da scoprire: i nostri luoghi all’aria aperta di Milano preferiti

Politecnica, luogo di fusione tra le arti, di bellezza, di funzionalità. Milano città da vivere. Strade, parchi, giardini e piazze. I luoghi all’aria aperta a Milano da scoprire: seguici in questo viaggio e scegli il posto che più ti rappresenta

Con l’arrivo dell’estate Milano si accende. La città da vivere si colora e ospita ambienti che ti portano altrove, lontano dal movimento perpetuo della quotidianità. Ecco alcuni dei luoghi all’aria aperta a Milano che più preferisco, sicuramente alcuni già noti, ma attenzione, anche quelli che più conosciamo possono riservare nuove sorprese. Tutto dipende dallo spirito con cui vengono vissuti. Lo stupore e la meraviglia sono dietro l’angolo, serve solo uno sguardo nuovo.

Un luogo di riflessione, di silenzio e memoria

Come non scrivere del , al tramonto la luce riflette e filtra tra i sepolcri. All’esterno si lasciano alle spalle Piazza Gae Aulenti, il clacson delle auto, la vita della modernità. Passeggiando tra il verde e tra le vite del passato si può meditare e tutto, per un attimo, si ferma. C’è pace, silenzio, c’è esercizio della mente. Ecco, forse Ugo Foscolo aveva ragione quando scriveva che i sepolcri fanno riflettere perché permettono il ricordo, la memoria e quindi la civiltà. Provate ad andare al Cimitero Monumentale con questa consapevolezza, si cammina tra la storia, alle spalle il presente per un futuro nuovo.


Il trionfo della bella stagione

In Piazza Nicolò Tommaseo, zona Conciliazione, si apre un’oasi colorata. Sto facendo riferimento dei giardini di Renata Tebaldi, dove in primavera lo spettacolo è grandioso. Puoi sederti in una panchina e goderti il profumo dei fiori sbocciati che circondano la piazza. Per coloro che amano la fotografia questo è il posto giusto. Un punto della città fiorito, così lo definirei.

Luoghi all’aria aperta a Milano: un gioco di prospettiva

In Corso Magenta, molto vicino a via Sant’Agnese, può iniziare una caccia al tesoro verso la scoperta del cortile ottagonale di Casa Rossi. Non solo luogo ideale per una foto inedita e particolare, ma anche spunto di indagine sulla prospettiva. Nel mezzo del cortile, con lo sguardo verso l’alto, ti senti spaesato, metti in discussione la tua centralità nel mondo. Guardi il cielo e la luce riflessa nelle finestre, ti senti diverso, ti senti bene.

Giardino della Villa Belgiojoso Bonaparte

Perfetto per un picnic, situato in via Palestro, di fronte ai giardini pubblici Indro Montanelli, si tratta di un parco storico di Milano. Cosa c’è di meglio di un pomeriggio all’aria aperta, tra il verde e la bellezza della natura? Una piccola cascata sgorga da un gruppo di rocce, dando vita a un corso d’acqua che attraversa tutto il giardino per confluire in un laghetto. Al centro una piccola isola con un tempietto circolare, magia.

Un angolo segreto nel centro della città da vivere

Un luogo raccolto, intimo, nel cuore di Milano. Indubbiamente romantico il chiostro della Chiesa di San Maurizio al Monastero Maggiore in Corso Magenta. La primavera è la stagione giusta per visitarlo, la bellezza dei fiori amplifica l’atmosfera di unicità che si respira. Perfetto per un pomeriggio di coppia o per chi cerca l’ispirazione per fare arte. Chi ha un’anima sognatrice qui trova il suo spazio per pensare e ideare.

Leggi anche:

I luoghi più insoliti di Milano, ecco dove sono
Milano città segreta: le bellezze nascoste, da scoprire
Milano in estate: cosa fare gratis