Emmy 2019, tutti i vincitori degli Oscar delle serie TV

Un trionfo per Games of Thrones agli Emmy 2019, gli Oscar delle serie TV e della televisione americana. Premiata anche la mini-serie Chernobyl e l’episodio interattivo di Black Mirror

Si sono svolti nella notte tra domenica 22 e lunedì 23 settembre, al Microsoft Theater di Los Angeles, gli Emmy 2019. Si tratta degli Oscar delle Serie TV che, come accade da qualche anno a questa parte, non hanno avuto un presentare fisso ma una serie di coppie di attori che si sono alternati per pronunciare la fatidica frase And the winner is…

Dracarys!

Il trono di spade, viene da concludere al fatidico The winner is di cui sopra. Sì, perché la serie Games of Thrones ha fatto piazza pulita di statuette agli Emmy 2019 – un vero e proprio Dracarys!, fortunatamente senza draghi, per dirla alla Daenerys Targaryen. Game of Thrones infatti, che partiva da poco più di una trentina di nomination, si è portato a casa il riconoscimento più grande, quello per la Miglior Serie Drammatica. E poi ancora il “folletto” della serie Peter Dinklage, Tyrion Lannister, premiato – per la quarta volta – Miglior Attore Non Protagonista. Kit Harington, invece – per tutti Jon Snow – si è visto soffiare il titolo di Miglior Attore Protagonista da Billy Porter di Pose.


Nella rosa delle migliori attrici non protagoniste ha avuto la meglio Julia Garner di Ozark. A contendersi questa statuetta, però, ben 4 attrici del nostro amato Trono: Lena Headey (Cersei Lannister, come ha potuto non vincere lei?) e poi ancora Sophie Turner (Sansa Stark), Maisie Williams (la “cazzutissima” – ops – Arya) e Gwendoline Christie, che in Game of Thrones ha interpretato Brienne di Tarth.

Fenomeno Fleabag, Chernobyl e Black Mirror

Tra i record di questi Emmy 2019 va segnalato anche Fleabag, un vero ‘pigliatutto’ (sei premi in totale) per la sezione dedicata alle commedie. La serie sulla donna giovane e amante del porno, alle prese con una tragedia da affrontare, vince il titolo di Miglior Serie Comica e a Phoebe Waller-Bridge la statuetta di Miglior Attrice.

Premiata anche Chernobyl, consigliatissima. Un capolavoro che ha vinto l’Emmy 2019 per la Miglior Miniserie, e non poteva essere altrimenti. Con una lentezza devastante e calamitica allo stesso tempo, la serie affronta la cronistoria degli eventi relativi al disastro nucleare del 1986. Infine. A ricevere il titolo di Miglior Film TV è stato Black Mirror: Bandersnatch. L’episodio interattivo della serie in cui chi lo guarda ha la possibilità di decidere le sorti dei protagonisti del film ha battuto Brexit, Deadwood, King Lear e My Dinner with Hervé. Anche questa, un’esperienza da provare.

Scoprite QUI il nostro canale dedicato al Cinema