Saldi estivi 2020 Milano e Lombardia anticipati

Date e regole dei : novità saldi estivi 2020 a Milano e in Lombardia, anticipati al 25 luglio. Tutte le informazioni utili

Buone nuove per gli amanti dello shopping. I saldi estivi 2020 a Milano e in Lombardia inizieranno eccezionalmente il 25 luglio a seguito dell’emergenza epidemiologica da Covid-19. La durata massima del periodo dei saldi estivi 2020 è di sessanta giorni, pertanto termineranno martedì 22 settembre.

La stessa delibera in questione conferma la sospensione, su tutto il territorio regionale, del divieto di effettuare vendite promozionali nei 30 giorni antecedenti i saldi, fatte salve alcune diverse disposizioni. Una scelta che vuole favorire la ripartenza delle attività commerciali sospese a causa dello stato di emergenza deliberato dal Governo e relativo dunque alla pandemia.


I commercianti hanno l’obbligo di esporre, accanto al prodotto, il prezzo iniziale e la percentuale dello sconto o del ribasso. È facoltativa l’indicazione del prezzo di vendita conseguente allo sconto o ribasso.

I prodotti in saldo devono essere separati da quelli eventualmente posti in vendita a prezzo normale. Se il prodotto risulta difettoso, il consumatore può richiedere la sostituzione dell’articolo stesso o il rimborso del prezzo pagato dietro presentazione dello scontrino, che occorre quindi conservare.

La notizia dei saldi estivi 2020 anticipati rappresenta dunque un vero e proprio sospiro di sollievo. Una richiesta insistente da parte dei negozianti e accolta anche alla luce di un crollo economico che, durante il lockdown, ha raggiunto picchi delL’80%.

Le dichiarazioni

“È un risultato importante in un momento di grande difficoltà, la nostra voce è stata ascoltata“. Così Gabriel Meghnagi, presidente della rete associativa vie di Confcommercio Milano, commenta la decisione ufficiale di di anticipare l’avvio dei saldi estivi 2020 a sabato 25 luglio.

I saldi danno al consumatore una reale aspettativa di sconto e possono riattivare, in un momento cruciale della stagione – non certo in un agosto senza turisti e con buona parte dei milanesi in vacanza – quel rito dello shopping che oggi, a Milano e alle sue vie commerciali, manca fortemente. La nostra città deve anche fare i conti con l’effetto smart working e il minor movimento delle persone con ricadute negative su tutto l’indotto. L’andamento dei consumi di luglio, nei negozi della moda già gravemente provati dal lungo lockdown per il Covid, è finora largamente deficitario con perdite rispetto al 2019 attorno all’80%. I saldi possono contribuire a rimettere in moto un meccanismo inceppato“. (Fonte dichiarazioni: Facebook/Confcommercio Milano).