Giorgio Armani porta l’Haute Couture a Milano

Dopo la generosa donazione per sostenere gli ospedali e la ricerca e dopo la lettera rivolta al mondo della per sostenere il rallentamento, ora Giorgio è di nuovo in prima linea a causa di una importante decisione: trasloca l’Haute Couture da a Milano

Giorgio Armani e Milano, un amore indissolubile. Non molto tempo fa Re Giorgio scrive una lettera aperta al mondo della moda attraverso il noto magazine americano di settore Wwd. Un invito a rallentare e riallinearsi. Ancora, è stato il primo a sfilare a porte chiuse, è stato, ancora, uno dei primi a fare una generosa donazione per sostenere gli ospedali e la ricerca. Adesso Giorgio Armani comunica l’importante decisione di portare l’Haute Couture a Milano.

La prestigiosa linea Armani Privé, la cui presentazione e sfilata si svolge dal 2005 a Parigi, sarà ora a Milano. Nel mese di gennaio 2021 e presso la solita sede della griffe, ovvero Palazzo Orsini in via Borgonuovo. Una collezione che non avrà stagionalità, sia con capi invernali, sia più leggeri per l’estate. Per andare incontro, così, alle esigenze dei clienti. Armani e l’Haute Couture a Milano: un binomio che segna così le basi per un appuntamento interamente dedicato al Made in Italy.


Si specifica in una nota della maison, ancora, che a partire dal prossimo giugno “Lo stilista metterà a disposizione delle clienti i servizi della sua sartoria. Un ampio repertorio di modelli, attuali e delle precedenti collezioni, saranno proposti e rivisti in base ai tessuti scelti e alle modifiche richieste. Gli abiti saranno presentati su appuntamento, come già avviene nel corso dell’anno in atelier“. Tra le tante decisioni di questo ultimo periodo di emergenza sanitaria e legate a Giorgio Armani, ricordiamo anche la modifica produttiva dei suoi stabilimenti italiani, ora dedicati alla realizzazione di camici monouso destinati al personale medico-sanitario.

Leggi anche:

La lettera aperta di Armani al mondo della moda
La donazione di Giorgio Armani