Dolce e Gabbana in campo contro il Coronavirus

Tra le attività di Dolce e Gabbana per combattere il un’importante donazione a Humanitas University per lo sviluppo della ricerca in collaborazione con i virologi del San Raffaele di Milano. Ancora, la donazione di parte dei ricavi dell’iconica Devotion Bag

In questa fase di emergenza sanitaria, tante le iniziative di solidarietà anche da parte di grandi nomi dell’arte, della cultura, della moda. Anche Dolce e Gabbana scendono in campo in prima linea, così come ha fatto Armani, per fare un esempio, per combattere il nemico invisibile definito Coronavirus.

I due stilisti hanno fatto un’importante donazione a Humanitas University per sostenere una ricerca. Si tratta di uno studio coordinato dal Prof. Mantovani per chiarire le risposte del sistema immunitario al Coronavirus SARS-CoV-2. Uno studio in collaborazione con i virologi Elisa Vicenzi e Massimo Clementi dell’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. L’obiettivo è porre le basi per attuare interventi diagnostici e terapeutici, contribuendo alla risoluzione del problema che minaccia la popolazione a livello globale.


Sentivamo di dovere fare qualcosa per combattere questo devastante virus che, a partire dalla Cina, sta colpendo l’umanità intera. In questi casi è importante fare la scelta giusta. È per questo motivo che abbiamo pensato che Humanitas University fosse l’interlocutore ideale. Di fronte a queste tragedie dalle dimensioni così vaste, ogni azione può sembrare poco rilevante. Ma quando il prof. Mantovani ci ha raccontato la favola africana che narra di un colibrì, che mentre tutti gli altri animali fuggono a causa di un incendio divampato nella foresta vola nella direzione opposta continuando a portare l’acqua per cercare di spegnere l’incendio, abbiamo capito che comunque valeva la pena fare qualcosa. Anche un gesto piccolissimo può avere un significato enorme”, affermano Domenico Dolce e Stefano Gabbana.

L’iconica Devotion Bag

Non solo. Dolce e Gabbana per combattere il Coronavirus hanno deciso, anche, di devolvere parte dei ricavi tratti dalla vendita online di un loro modello di borsa per sostenere lo studio dell’ateneo milanese sulle difese immunitarie al virus. Si tratta della nota Devotion Bag, la cui nuova campagna pubblicitaria ha il volto di Sofia Vergara. “Il mondo e la nostra vita non saranno più gli stessi. Vogliamo sperare che tutto ciò porti a una rinascita e vogliamo dare il nostro contributo affinché noi tutti e soprattutto le nuove generazioni possano contare su fondamentali scoperte scientifiche“.

Leggi anche:

Giorgio Armani scrive una lettera al mondo della moda