milanodabere.it

Rent…is back

È tornato, in esclusiva per la stagione 2005-2006, al Teatro Ventaglio Nazionale lo musicale ideato da Jonathan Larson Rent. Lo show è la rivisitazione in chiave moderna di La Bohème, celeberrima opera di Giacomo Puccini, andata in scena per la prima volta nel 1896.

Nel libretto originale, la vicenda è ambientata nella Parigi del 1830. Con Rent la storia si sposta nel Nuovo Continente. Siamo nella New York degli anni ’80, anche se nell’adattamento dei testi italiani, a cura di Michele Centone, sono presenti dei riferimenti a fatti ancor più recenti come lo scandalo Clinton-Lewinsky.

Se nella Bohème sono il pittore Marcello ed il poeta Rodolfo ad aprire la storia trovandosi in una povera soffitta dove lavorano, in Rent ritroviamo Roger, musicista e compositore interpretato da Michele Canfora, e Mark, regista e voce narrante, interpretato da Gabriele Foschi.

Rent, che in inglese significa affitto, è la causa del loro agire che ha origine da una telefonata di Benny, ex compagno di stanza e ricco proprietario del palazzo dove abitano i due ragazzi. Rispetto all’opera di Puccini, quasi tutti i nomi sono stati modificati mantenendone però l’iniziale, così ad esempio Rodolfo diventa Roger, Marcello diventa Mark, Benoît, il padrone di casa interpretato da Claudio Castrogiovanni, diventa Benny. Fa eccezione il nome della prima donna, Mimì, interpretata da Karima Machehour. Nel cast ritroviamo Bob Simon, già protagonista di “The Rocky Horror Show”, che per la prima volta canta in italiano. Non solo le voci, ma anche la è , infatti una porzione del palco è dedicata alla band.

Oltre a raccontare la difficile vita di un gruppo di artisti, Rent è un discorso sull’amore, sia etero sia omosessuale, che si propone di sensibilizzare il pubblico al problema dell’AIDS, comune denominatore della sofferenza di quasi tutti i personaggi (e nel foyer del c’è una ragazza, che un po’ timidamente, distribuisce preservativi).

Fra le scene più accattivanti, sicuramente l’eccentrico ingresso del trans Angel, la sensuale di Mimì ed il lunatico monologo di Maureen.

Per tutta la durata dello spettacolo, l’intera compagnia è sul palco. Infatti, l’idea di Gianfranco Vergoni è quella di proporre una regia “cinematografica”, in cui lo spazio è diviso in più settori.

Gli applausi finali decretano il successo del ritorno di Rent. Ospite d’onore della serata è Rosario Dawson che interpreta Mimì nella versione cinematografica di Rent, prossimamente in uscita. Invitata a salire sul palco, canta con tutta la compagnia “Seasons of Love”.


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/customer/www/milanodabere.it/public_html/wp-content/themes/milanodabere/functions.php on line 148