Milano Pride 2020: tutti gli eventi e il programma del Gay Pride digitale

Causa emergenza sanitaria, 2020 sarà virtuale: tutti gli eventi della manifestazione che celebra la diversità e la libertà e combatte ogni forma di discriminazione

Fino al 28 giugno le associazioni che compongono Milano Pride 2020 hanno ripensato la settimana di eventi e contenuti in chiave digitale. Le centinaia di migliaia di sostenitori che si danno appuntamento ogni anno per la grande parata dei diritti si incontreranno sui social e sul sito Milanopride.it. Il risultato è un lungo, coloratissimo calendario di eventi virtuali con ospiti internazionali, performance, talk e concerti. Non sarà di certo l’emergenza sanitaria a fermare la parata dell’orgoglio LGBT+, questa volta in chiave digital e virtuale.

Quest’anno il Pride è particolarmente importante. Stiamo vivendo un momento storico eccezionale, la pandemia ha stravolto la vita di tutti noi, l’economia e la società acuendo ulteriormente le discriminazioni e le divisioni. Le emergenze che esistevano già ben prima del lockdown non sono scomparse, anzi sono diventate ancora più urgenti (Tiziana Fisichella, coordinatrice Milano Pride 2020).


La comunità LGBT+ in prima linea per la ricostruzione

CIG Arcigay Milano lancia il Rainbow Social Fund, il fondo di solidarietà per aiutare le persone più fragili dentro e fuori dalla comunità LGBT+ milanese a superare questo momento di difficoltà. Qui per tutte le informazioni. Il ricavato di Milano Pride 2020 al netto dei costi verrà così destinato a un progetto di housing assistito e al Fondo di Mutuo Soccorso del Comune di Milano. Comune che, da parte sua, da anni sostiene e affianca il Pride con il patrocinio e la presenza, che quest’anno non può essere che virtuale ma non per questo è meno sentita.

Tutti gli appuntamenti da non perdere

Rainbow WineTelling
dal 19 al 28 giugno. Sei appuntamenti live sul canale IG di Milano Wine Week in cui, tra una serie di degustazioni e calici di vino, si chiacchiera con alcune personalità milanesi particolarmente legati alla causa e in diretta dai locali LGBT+ di Porta Venezia. Qui per il programma e per tutte le informazioni.

Digital Show
Ogni mercoledì sera alle 21:20 sul canale Twitch del Milano Pride. Un vero e proprio live show condotto da Daphne Bohémien con artisti queer italiani e internazionali. Per il programma completo e maggiori informazioni cliccare qui.

Rights must go on
22 giugno ore 19:30. Perché Pride e festival LGBTQ+ non si devono fermare in mezzo alla pandemia. Una chiacchierata con Tiziana Fisichella (Milano Pride), Debora Guma (Festival Mix), Francesco Pintus (Milano Pride) e Paolo Armelli (Festival Mix).

Scopriamo il Milano Pride
23 giugno, alle 21:30. La Wanda Gastrica presenta le associazioni del Coordinamento Arcobaleno, le loro voci e le loro istanze.

Tuttinpiazza
26 giugno, ore 21. Gli autori dei documentari Claudio Cipelletti e Valerio Governi dialogano con il politico e attivista Franco Grillini. Corredano il talk il ciclo dei documentari che raccontano la storia del movimento
LGBT+ italiano, mandati in visione sul canale YouTube del Milano Pride dal 19 giugno.

Evento di chiusura
27 giugno su YouTube, quando tutto il Milano Pride trasferisce tutto online. Una serie di discorsi e interventi delle associazioni e delle varie realtà che sono l’anima di questo Pride, la partecipazione delle istituzioni e una line up di artisti e performer.

Il calendario completo è continuamente aggiornato sulla pagina del sito a questo link.