Marcelo Burlon VS il Sindaco Beppe Sala

Le ultime dichiarazioni del Sindaco di Milano hanno avuto un riscontro sui Social Network tale da scatenare alcune reazioni contrarie. Come quelle di Marcelo Burlon, Creative Director di County of Milan

Volano stracci, verrebbe da scrivere. A lanciarli è Marcelo Burlon, stilista, e li lancia a Beppe Sala, Sindaco di Milano che, prontamente, risponde. Il campo di battaglia è Instagram, naturalmente. “Sala non mi rappresenta” tuona Marcelo Burlon, creative director di successo che con il suo brand, County of Milan, venduto in più di cinquecento negozi nel mondo, è riuscito ad affermarsi e a diventare uno dei volti più influenti della moda. A Milano è dedicato il nome della sua azienda, la sua seconda casa.

A cominciare la social-querelle è stato proprio Burlon, rispondendo a un post di Beppe Sala. Il post del primo cittadino si riferisce alla questione legata alla statua di Indro Montanelli nei giardini di Porta Venezia, oggetto di numerose questioni di questi ultimi tempi, con tanto di tentativo di un chiarimento dopo che è scoppiato un vero e proprio caso (si può leggere il post per intero qui di seguito).


Tolgo le mie donazioni al Comune perché non mi rappresenta“. Puntuale la risposta di Sala a Burlon. “Faccia come ritiene meglio, ma atti di generosità sono verso una comunità e non verso un Sindaco. Se mi permette di darle un consiglio le direi di riservare il suo disprezzo alla mia persona ma non dimenticare come la comunità milanese ha accolto favorevolmente le sue iniziative“. Non tarda Marcelo. “La comunità di Milano avrà sempre il mio sostegno ma per altre vie“. Che ne pensate?