L’Italia chiamò: il più grande live streaming

L’Italia chiamò: volti e voci dell’Italia che resiste al Coronavirus evocate con una diretta web di diciotto ore. Venerdì 13 marzo, a partire dalle 6 e fino alle 24, prende vita il live per raccontare al mondo come il nostro Paese resiste e reagisce allo stato di emergenza. È anche l’occasione per sostenere, attraverso una raccolta fondi, il lavoro e l’impegno di medici e infermieri. Sono loro gli eroi della modernità e di tutti i tempi

Conduttori di radio e TV, mondo della cultura, della scienza, dell’economia, dell’innovazione si uniscono per trasmettere solidarietà, alleanza, speranza, coraggio. Attori, scrittori, cantanti, scienziati, insieme per prendere parte a L’Italia chiamò.

Venerdì 13 marzo, a partire dalle 6 e fino alle 24, il più grande live streaming di tutti i tempi a favore della diffusione dell’immagine di un’Italia unita e combattiva per fronteggiare la difficoltà. Si vuole ribadire, oggi più che mai, quanto sia necessario ascoltare le indicazioni che ci vengono fornite dalle autorità. Bisogna superare l’individualismo, l’istinto proprio e il fervore incosciente per far trionfare il senso di comunità. Creare sistema ognuno con il proprio contributo. Rimanere a casa non è tempo sprecato, ma l’occasione per fare qualcosa di straordinario.


L’Italia chiamò: storie di vita

L’Italia chiamò sarà in diretta sul canale YouTube del Ministero per i beni, le attività culturali e per il turismo, su litaliachiamo2020.it e su centinaia di altri siti di news e di emittenti. Vengono condivisi diversi contenuti. Dalla visita agli scavi di Pompei, a una passeggiata nella Sala di Raffaello e Michelangelo degli Uffizi, alla scoperta dei segreti del Museo Egizio e molto altro. Sopratutto, però, si conferisce una centralità alle esperienze di tutti coloro che si impegnano per gli altri, che fanno onore al nostro Paese. Spaccati di vissuto che condivisi possono fare la differenza.

Dedizione di chi sta tenendo aperte le scuole attraverso la tecnologia, assicurando a migliaia di ragazzi la continuità didattica. Impegno di quegli imprenditori e quei manager che con lo smart working stanno reinventando le proprie aziende per non fermarsi. Speranza di piccole imprese che non vogliono mollare. Passione di artisti che dalle loro case, in streaming non ci fanno sentire soli, diffondendo la loro arte. Ecco i valori raccontati. Anche noi poi possiamo prendere parte all’iniziativa, attraverso audio, video e immagini siamo chiamati a dare voce alla nostra esperienza.

Sostegno ai guerrieri di oggi e di domani

La lunga diretta è, infine, finalizzata a promuovere una raccolta fondi per sostenere il grande sforzo dei medici, degli infermieri e di tutti gli addetti del sistema sanitario nazionale. Giorno e notte lavorano per noi e meritano sostengo. Il ricavato verrà destinato ai reparti di terapia intensiva maggiormente compromessi dall’emergenza in corso.

Leggi anche:

Cinque libri da leggere appena usciti
I film da vedere su Netflix con i più piccoli
Triennale, Decameron: l’arte in streaming